Sindacati in piazza contro la deregulation sulle aperture domenicali

Presidio in centro davanti alla galleria Bardelli, per dire no allo shopping nei giorni festivi. Intanto il Coin è a rischio. Nel negozio del Città Fiera sono in bilico 20 dipendenti

Giornata nera per il commercio non solo a Udine, ma in tutta Italia. Sabato 3 marzo, i sindacati scendono in piazza contro le aperture selvagge dei negozi, che mettono in difficoltà le piccole attività, i lavoratori e le famiglie.

Appuntamento dalle 10 alle 14 davanti alla galleria Bardelli di via Canciani con un presidio promosso da Filcams Cgil, Fiscat Cisl e Uiltucs per dire no alle deregulation sulle aperture domenicali.

La situazione è insostenibile, secondo i sindacati, per i tanti centri commerciali che circondano la città, per l'avanzare del precariato nel settore e per la crisi di tante attività, costrette a chiudere.

Esemplare il caso del Coin, negozio del gruppo a cui appartengono anche Upim e Oviesse, che rischia la chiusura entro l'anno e mette a repentaglio 20 lavoratori dipendenti.

Al momento la funzionaria Michela Martin della Filcams Cgil sta portando avanti la trattativa con l'azienda, che parla di una ristrutturazione e forse di una chiusura. Nulla di definito, ma la situazione è incerta per i 20 dipendenti.

I sindacati si uniscono alla campagna europea “La domenica non ha prezzo”, per un'alternativa ai consumi durante i giorni festivi. La richiesta è quella di non fare shopping domenica 4 marzo, per lanciare un segnale proprio nella giornata internazionale delle domeniche libere dal lavoro.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento