menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove assunzioni a tempo indeterminato, Fvg al -19,4% a gennaio

Anche i voucher in calo (-2,1%), è la prima volta dal 2009. L'indagine di Ires Fvg su dati Inps

Brutte notizie dal modo del lavoro: diminuiscono le assunzioni a tempo determinato e l’utilizzo dei voucher, ormai soppressi, mentre torna a crescere il numero delle partite iva.

DETTAGLIO su assunzioni, voucher, cig e partite Iva -->

DATI E TABELLE su assunzioni, voucher, cig e partite Iva -->

Nel mese di gennaio 2017 il numero di nuove assunzioni a tempo indeterminato in Friuli Venezia Giulia ha subito una flessione del 19,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, passando da quasi 2.000 a poco più di 1.600 unità. Si tratta di un valore più basso non solo di quelli registrati nello stesso mese dei due anni precedenti, ma anche rispetto a gennaio 2014, prima cioè che entrassero in vigore il Jobs Act e soprattutto gli sgravi contributivi, che hanno avuto un forte impatto sulla domanda di lavoro delle imprese. Lo rileva un’indagine Ires Fvg del ricercatore Alessandro Russo su dati Inps. Nel mese di gennaio 2017 il numero di nuove assunzioni a tempo indeterminato in Friuli Venezia Giulia ha subito una flessione del 19,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, passando da quasi 2.000 a poco più di 1.600 unità. Si tratta di un valore più basso non solo di quelli registrati nello stesso mese dei due anni precedenti, ma anche rispetto a gennaio 2014, prima cioè che entrassero in vigore il Jobs Act e soprattutto gli sgravi contributivi, che hanno avuto un forte impatto sulla domanda di lavoro delle imprese. Lo rileva un’indagine Ires Fvg del ricercatore Alessandro Russo su dati Inps.

Con lo scorso mese di gennaio, ricorda Russo, si è chiuso un biennio caratterizzato da una generosa decontribuzione introdotta nel 2015 a fronte delle assunzioni a tempo indeterminato e alle stabilizzazioni di rapporti a termine. Nel 2016 tale intervento è stato ridotto nell’entità e nella durata, tanto che il numero di assunzioni a tempo indeterminato si era già assestato su valori decisamente meno elevati rispetto al 2015. Si ricorda che i dati in esame riguardano il settore privato, esclusa l’agricoltura e il lavoro domestico. Sempre nel confronto gennaio 2016-gennaio 2017 si rileva un aumento del 21,2% del numero di assunzioni a tempo determinato (+13,5% a livello nazionale), passate da circa 7.200 a oltre 8.700. Anche le assunzioni in apprendistato hanno segnato una forte ripresa per il secondo anno consecutivo (oltre 100 unità in più, pari a +37,7%, ben oltre il +20,2% registrato a livello nazionale) dopo il calo del 2015; venuti meno gli sgravi contributivi questa tipologia contrattuale è decisamente più conveniente per le imprese che intendono assumere dei giovani lavoratori. Le trasformazioni a tempo indeterminato dei rapporti di apprendistato sono in diminuzione a gennaio (-24,9%, sostanzialmente in linea con il dato nazionale pari a -20,1%) mentre aumentano le stabilizzazioni dei tempi determinati (+12,3%, a livello nazionale +4,6%). Il numero delle cessazioni ha registrato una netta crescita (+21,7%), concentrata essenzialmente  nell’ambito dei rapporti a termine (+29,3%). 

La variazione netta dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato (assunzioni più trasformazioni meno cessazioni) risulta comunque ancora positiva a gennaio e pari a +557 unità in regione, anche se nello stesso mese dei due anni precedenti i saldi furono in entrambi i casi molto superiori (rispettivamente +1.300 e quasi +1.100 unità). In base ai disponibili, dunque, nel primo mese di quest’anno la forma di occupazione più stabile risulta in ulteriore espansione nella nostra regione, dopo la notevole crescita acquisita nel biennio precedente. Anche a livello nazionale tale saldo risulta positivo (+31.768 unità rispetto alle + 30.769 del 2015).

DETTAGLIO su assunzioni, voucher, cig e partite Iva -->

DATI E TABELLE su assunzioni, voucher, cig e partite Iva -->

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento