menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Internazionalizzazione, Informest incontra la Cna Fvg

Il presidente Bertossi: "Accompagniamo le imprese in un sistema regionale in cui non vi sono doppioni"

Informest incontra la CNA e annuncia collaborazione con le categorie per sostenere le imprese nell'internazionalizzazione. Il presidente Enrico Bertossi, accolto nella sede udinese di via Verona dai vertici della CNA regionale del Fvg - il presidente regionale Brotto, il segretario regionale Fabris, il presidente provinciale di Udine Coppeto e di Gorizia Meletti, il segretario di Pordenone Donadel -, ha illustrato alla delegazione CNA la mission di Informest, che si occupa di realizzare progetti di sviluppo economico del nordest, finanziati dall'Unione Europea in sinergia con altre istituzioni italiane ed estere, anche al servizio delle associazioni di categoria della regione.

"Accompagniamo le imprese nell'internazionalizzazione in un sistema regionale in cui non vi sono doppioni", sottolinea Bertossi, precisando che l'assistenza diretta alle imprese proposta da Informest non è un'attività in concorrenza con le Cciaa ("c'è massima collaborazione"). Dall'anno della sua costituzione, quindi dal 1991, "mai era accaduto che un presidente di Informest chiedesse di incontrare le categorie, un segnale importantissimo - commenta il segretario regionale CNA Roberto Fabris. - Va creato un legame con le associazioni e, a livello regionale, un organismo unico che si occupi dell'internazionalizzazione delle imprese, anche alla luce della riforma del sistema camerale".

Le parti si incontreranno di nuovo nei prossimi mesi, stavolta in forma di seminario, a cura di Informest, aperto agli operatori delle associazioni di categoria. "Troppi soggetti pubblici e istituzionali hanno svolto in passato, o coprono ora, il ruolo di collettori per le nostre imprese che vogliono andare all'estero – aggiunge Fabris. - Informest possiede competenze e conoscenze sulle tematiche dell'internazionalizzazione, con specializzazione sui Paesi dell'Europa centro-orientale, garantita dalla struttura stessa e dalla sua società di servizi costituita ad hoc. Ora deve ritrovare il proprio ruolo di centralità nelle politiche di internazionalizzazione delle imprese del Fvg e del Veneto". "Fondamentale – conclude Bertossi - che ci si rapporti prioritariamente con le associazioni di categoria, che fanno da interlocutori e da tramite con le imprese".

All'incontro si è parlato delle potenzialità di una collaborazione sul tema delle reti di impresa; la CNA regionale ne sta realizzando 3, per la cui operatività è stato richiesto il contributo previsto da un bando della Camera di Commercio di Udine: la prima riguarda imprese artigiane dei settori dell’arredamento di interni su misura, comprensivo di prodotti e servizi complementari, e del restauro architettonico e di beni storico culturali. I Paesi target sono l’Austria e la Croazia per il solo settore dei restauri del patrimonio ecclesiastico. La seconda rete riguarda imprese artigiane del contract e dell’efficienza e risparmio energetico, ed è indirizzata a rapporti d’affari con il settore turistico alberghiero della costa dell’Adriatico orientale, dall’Istria all’Albania. La terza riguarda le imprese artigiane del settore lavorazioni meccaniche, precisione, carpenterie e servizi; anche questa rete è rivolta al mercato austriaco, verso la grande industria meccanica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento