Industrie più "green" per il Fvg con il "Ceem"

Il progetto coinvolgerà 500 imprese di 5 Paesi dell'Europa centrale entro il 2014

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Incoraggiare le imprese verso un modello di sviluppo più ecologico minimizzando l'impatto ambientale. Questo è uno degli obiettivi di CEEM, un progetto che coinvolgerà 500 imprese di 5 Paesi dell'Europa centrale entro il 2014 in un'azione pilota che servirà a convalidare una metodologia nuova per incrementare la responsabilità ambientale delle PMI attive in settori produttivi "pesanti" che possono avere particolare impatto negativo sull'ambiente.

Il progetto, che coinvolge Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovenia, è stato ideato da Friuli Innovazione - capofila dell'iniziativa - e coinvolge anche la Regione FVG, partner istituzionale, che vede in CEEM uno strumento utile per uno sviluppo industriale sostenibile del territorio.

Chiarendo che "la crisi va affrontata solo con politiche industriali di qualità", il vicepresidente della Regione FVG Sergio Bolzonello durante la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa ha detto che "CEEM ci permetterà di iniziare a far capire che in futuro, per quanto riguarda la valutazione delle imprese sull'innovazione, serviranno parametri sempre più alti e bisognerà aumentare il livello della qualità dei progetti in quanto parte fondamentale dell'azione per uscire da questa crisi".

Il vicepresidente ha quindi sottolineato il ruolo di Friuli Innovazione, quale leader ed ispiratore di CEEM ed evidenziato il "cambio di passo" della direzione centrale Attività produttive, "che non si limita alla gestione dei fattori contributivi, ma diventa sempre più partner di un processo complessivo del sistema economico in Friuli Venezia Giulia".
"CEEM sarà utile alle imprese per autovalutarsi in termini di impatto ambientale e consumo energetico - ha continuato Bolzonello - ma in termini statistici sarà altrettanto utile a livello regionale, nazionale ed europeo".

Torna su
UdineToday è in caricamento