menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei imprese friulane a Giacarta per la Inasal, la fiera della meccanica

Sono le uniche rappresentanti dell'Italia, presenti alla manifestazione in collettiva con la Camera di Commercio di Udine. La partecipazione è il risultato del progetto Network imprese mercati

Sei imprese friulane della meccanica, in collettiva, saranno presenti in questi giorni, da ieri a venerdì, a Giacarta, alla Fiera Inasal, uno degli appuntamenti espositivi e B2B più rilevanti del mercato del sudest asiatico per quanto riguarda il mondo dell’acciaio, garantendo il coinvolgimento dell’intera filiera, dai produttori ai fornitori di tecnologia.

È uno dei primi successi del progetto “Network imprese mercati”, promosso per tutto il 2011 dalla Camera di Commercio di Udine, con l’obiettivo di far lavorare insieme gruppi di imprenditori del territorio, suddivisi per settori merceologici, assieme ad esperti di internazionalizzazione, per “sposare” le reali esigenze delle aziende alle analisi di mercato più attuali e definire insieme una produttiva strategia di internazionalizzazione.

Un’attività che ha ispirato realmente la programmazione delle iniziative con l’estero della Camera di Commercio di Udine. «E questo è l’esempio di un percorso improntato sulla concretezza e sulla vicinanza alle imprese – ha commentato il presidente Giovanni Da Pozzo –, che speriamo possa fare da apripista ad altre iniziative analoghe».

E se la meccanica inizialmente era stata più complessa da raggiungere rispetto ad altri settori, alla fine si è rivelata il comparto che attraverso il progetto, seguito direttamente anche dal vicepresidente Marco Bruseschi, è riuscito a proporre subito la nuova iniziativa, attirando anche l’interesse di altre realtà aziendali. La fiera Inasal è riservata alle imprese dell’industria del ferro, dell’acciaio, tubature, cavi e reti; le aziende friulane sono le uniche rappresentanti dell’Italia all’iniziativa, che ha come partecipanti prevalenti realtà produttive e operatori asiatici. Il mercato indonesiano, con una popolazione di 240 milioni di persone, rappresenta il principale mercato del sud est asiatico.

Il rapido sviluppo infrastrutturale e il positivo trend economico hanno accelerato il consumo interno di ferro e acciaio, che ha raggiunto nel 2011 un valore di circa 11 milioni di tonnellate. I produttori locali, ma anche quelli internazionali dell’area, si danno appuntamento a Inasal proprio per ricercare nuove partnership, finalizzate all’aumento della loro capacità produttiva. Anche il mercato dell’alluminio è in crescita stimolato dai settori delle costruzioni, dell’automotive, telecomunicazioni e elettrodomestico. Le imprese friulane partecipanti sono Stark, Atomat, Ats, Ocn, Asteq e Pert.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento