Libracut, un tagliere con bilancia è l'idea vincente

È la 3 A RIM dell'ITE Einaudi di Palmanova la classe che si è aggiudicata la finale nazionale del concorso Impresa in Azione, che insegna agli studenti delle superiori come si costruisce un'impresa dall'idea alla chiusura del primo bilancio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

E' stato il sindaco di Udine Honsell a proclamare in sala Ajace, il progetto che ha vinto l'edizione 2013/14 della fase regionale di "Impresa in Azione", il programma di educazione imprenditoriale giovanile promosso dall'organizzazione no profit Junior Achievement Italia e portato in FVG con la collaborazione di Friuli Innovazione e del suo incubatore Techno Seed.

Per il carattere originale e il design minimalista del prodotto realizzato (un tagliere in legno con bilancia incorporata per pesare gli alimenti), la coesione del team, le potenzialità di mercato sia in ambito domestico che in futuro per il settore professionale, la giuria - composta da rappresentanti di Friuli Innovazione, gruppo giovani di Confindustria Udine, Rotary Club Udine Nord e della Regione FVG con un responsabile del Centro risorse per l'istruzione e l'orientamento - ha premiato la classe 3 A RIM dell'ITE Einaudi, che ha sviluppato il proprio progetto di impresa con l'aiuto del mentore volontario Michele Spangaro, membro del Rotary Club Udine Nord.
La nomina del gruppo che passerà alla fase nazionale della competizione è stata la conclusione di un'intensa mattinata, che ha visto i ragazzi presentare le proprie imprese in Loggia del Lionello e privatamente alla giuria e centocinquanta studenti presenziare in Sala Ajace a un workshop sull'imprenditorialità al termine del quale il sindaco Honsell ha svelato il responso della giuria.

L'aspirante imprenditore Iacopo Deiuri, già vincitore di Impresa in Azione nel 2010 e testimonial del workshop, ha esortato i ragazzi in sala ad avere il coraggio di intraprendere. "Guardatevi in giro, scegliete un problema concreto, trovate una soluzione e avrete la vostra idea di business. Per fare una start up - ha continuato Deiuri - serve poter contare sulle 3 effe: "foolish", "friends" "family"; io ne ho avuta anche una quarta che è Friuli Innovazione".

Oltre alla vincitrice Arison (il nome che la classe ha dato alla propria azienda produttrice di LibraCut), le altre imprese in gara quest'anno erano DegApp (4C Sia - Sistemi Informativi Aziendali Deganutti) impresa informatica con cui i ragazzi hanno sviluppato "InLove", l'app che fornisce consigli personalizzati nell'approccio con il proprio partner; MIRbag (4ARI ITC Einaudi) che produce borse e accessori realizzati con borse di plastica riciclate e in collaborazione con le detenute degli istituti di pena locali, per il loro rilancio sociale; Puppy's friends (4AFM ITE Einaudi) dedicato agli amici a quattro zampe e a un servizio di dog caring completo per i padroni che necessitano di un aiuto nella gestione del proprio cane e Terra del Friuli (3AFM ITE Einaudi), una vetrina pubblicitaria online per le aziende ricettive del territorio (alberghi, ristoranti, agriturismi) per farsi conoscere.

Torna su
UdineToday è in caricamento