Il nuovo friulano della cantina "I Clivi" tra i migliori vini d’Italia per Ais

Dalla guida nazionale “Vitae” dell’Associazione Italiana Sommelier massimo riconoscimento per il Collio Dop Friulano San Lorenzo 2017 della cantina friulana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Quando si dice… buona la prima! Esordio felice per il Collio Friulano Dop “San Lorenzo” 2017 della cantina I Clivi, che a pochi giorni dalla presentazione ufficiale conquista le “Quattro Viti”, massimo riconoscimento sulla Guida ai vini d’Italia “Vitae 2020” dell’Associazione Italiana Sommelier. La premiazione dei migliori vini italiani da parte di AIS si terrà sabato 26 ottobre a Roma nel corso di un grande evento di degustazione in programma alla “Nuvola” di Fuksas, durante il quale sarà presentata la guida fresca di stampa. Il nuovo vino della cantina di Corno di Rosazzo è il frutto di un lavoro iniziato due anni fa in una delle vigne più pregiate dell’azienda e dell’intera denominazione del Collio. I vigneti con oltre 80 anni di età si trovano all’interno del cru “San Lorenzo” adiacente l’omonima chiesa di Brazzano di Cormons, sul monte Quarin, saldamente ancorati alla ponca friulana ricca di microelementi di origine marina. Raccolta manuale delle uve, pressatura soffice e trasformazione completa degli zuccheri sono i passaggi che portano al vino, che matura per un anno sulle proprie fecce fini prima di un ulteriore riposo di sei mesi in bottiglia. Delicato al naso, in bocca rivela i classici aromi di pesca, mandorla e sambuco del Friulano del Collio con un’elegante sapidità e una grande propensione all’invecchiamento. “Siamo molto felici per questo riconoscimento – commentano soddisfatti Ferdinando e Mario Zanusso, padre e figlio titolari della cantina – che arriva per un vino appena uscito in cui crediamo molto. Il San Lorenzo è un Friulano vecchio stile, espressione fedele del terroir Collio e delle sue potenzialità evolutive. Le vigne vecchie con le loro radici profonde permettono di concentrare nei grappoli una grande ricchezza aromatica e minerale, che dà vita nel calice a un vino di grande equilibrio capace di sfidare il tempo”. Il premio di AIS per il nuovo Friulano arriva a pochi giorni di distanza dalle “Quattro Stelle” assegnate alla Collio Doc Malvasia “Vigna 80” 2017 de I Clivi da parte della Guida Vinibuoni d’Italia 2020 del Touring Club Italiano, dal Faccino DoctorWine (96 punti su 100) attribuito dalla Guida essenziale ai vini d’Italia 2020 al Friuli Colli Orientali Dop Bianco “Galea” 2016 e dall’assegnazione da parte della Guida Slow Wine 2020 della Chiocciola, premio riservato alle migliori cantine italiane che interpretano alti valori territoriali e ambientali in sintonia con Slow Food.

Torna su
UdineToday è in caricamento