rotate-mobile
Economia

Gruppo Zaffiro in partnership con Mittel

Ritossa rimane con importante quota nel capitale e alla guida del Gruppo come Ad

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Gruppo Zaffiro, importante player nel settore sanitario assistenziale, proseguirà nella sua strategia aziendale estremamente attenta alla qualità dei servizi offerti agli ospiti delle residenze e manterrà gli storici legami con le regioni Friuli Venezia Giulia e Marche, anche dopo l'operazione di sviluppo culminata con l'entrata nel capitale della società finanziaria di investimento Mittel. A specificarlo è l'amministratore delegato Gabriele Ritossa, fondatore insieme a Riccardo De Sabato dell'azienda che dal 1992 offre servizi di long term care a pazienti anziani non autosufficienti o con gravi patologie. Zaffiro è una realtà considerata di eccellenza a livello nazionale, con un rapporto fatturato/utile tra i migliori in Italia, anche se, continua l'Ad Ritossa, "non sono certo i numeri che fanno buona un'azienda, quanto la soddisfazione degli ospiti". L'operazione di entrata nel capitale di Mittel (seguita, per Ritossa, per la parte legale dallo studio Dla Piper Global Law Firm di Milano con gli avvocati Fabio Del Bene e Vito Bisceglie, e per quella fiscale e societaria dallo Studio FinPro di Udine con l'Advisor Daniele Cattaruzzi e il Notaio Lucia Peresson dello Studio Piccini Peresson) ha visto la cessione a Ritossa di tutta la parte immobiliare del gruppo alla sua Zaffiro holding spa, mentre la parte operativa è stata trasferita direttamente da parte degli ex soci Riccardo del Sabato (che ha indirizzato la sua attività verso i licei del volo) e Antonio Maria Bardelli (socio di minoranza che ha nel suo core business i centri commerciali) direttamente a una newco detenuta da Mittel e dall'altra Holding di Ritossa Sarafin Spa. Mittel è una delle principali società finanziarie quotate nazionali, focalizzata su investimenti in piccole e medie imprese italiane con approccio industriale e ottica di lungo periodo. Il gruppo affianca le imprese in cui investe tramite una gestione attiva delle società partecipate, offrendo servizi di advisory e mettendo a disposizione le proprie competenze ed esperienze per favorire una ancora maggior competitività e capacità di creare valore delle aziende Nei due anni di ricerca di un partner che potesse affiancare e favorire il processo di crescita, il Gruppo Zaffiro ha riscontrato l'interesse di ben quattro rilevanti realtà, due italiane e due straniere. Alla fine la scelta è caduta su Mittel. Gabriele Ritossa segnala che è stata per le sue caratteristiche. "E' una delle realtà più prestigiose fra le società quotate in borsa, con investimenti in alcune fra le più importanti aziende italiane" spiega, evidenziando come l'amministratore delegato Rosario Bifulco abbia da subito espresso l'intenzione di investire nuove risorse per favorire lo sviluppo del gruppo friulano. "Mittel è stata scelta in parte per la sua posizione competitiva sul mercato, in parte perché italiana, ma anche e soprattutto perché con l'Ad Bifulco abbiamo condiviso visioni e strategie future" chiarisce Ritossa. L'obiettivo è di creare un gruppo che arrivi ad un fatturato di 100 milioni di euro nei prossimi anni, mantenendo gli standard qualitativi di eccellenza offerti agli ospiti. . Il Gruppo Zaffiro, fondato nel 1992 da Gabriele Ritossa e Riccardo del Sabato, è composto da otto strutture, quattro in Friuli Venezia Giulia (Tarcento, Martignacco, Magnano in Riviera e Fagagna) e quattro nelle Marche, per un totale di circa 900 posti letto. Negli ultimi dieci anni di intenso lavoro, e nonostante la congiuntura economica non certo favorevole dell'economia italiana, il gruppo ha portato alla creazione di strutture con standard unici a livello nazionale nei servizi offerti agli ospiti. Con l'arrivo del nuovo Ad Bifulco Mittel si è focalizzata in investimenti in piccole e medie imprese ad alto potenziale di sviluppo. Zaffiro è il primo investimento del nuovo corso ed ha un'ottica industriale di lungo termine. Questo non significa che Zaffiro perderà la sua natura: a passare a Mittel è solo la parte operativa, mentre la parte immobiliare, ceduta a Ritossa dai soci, rimane per il 100% in sua proprietà. Questa operazione permetterà inoltre all'imprenditore friulano di mantenere quote rilevanti nelle società operative e il controllo della gestione con la filosofia che fino adesso ha contraddistinto l'azienda. "Abbiamo trovato la formula di governo che tutelerà la parte più importante dell'azienda, ovvero la sua qualità, senza quindi trasformarla in un'azienda che fa solo 'numeri'". In riferimento al valore della transazione, le indiscrezioni parlano di una cifra che si situa poco al di sotto dei 90 milioni di euro (sulla quale Ritossa non rilascia dichiarazione) tra parte immobiliare e operativa. "Ringrazio tutti i collaboratori che hanno fatto di Zaffiro quella che è oggi, ringrazio il mio socio storico e amico Riccardo Del Sabato, e Antonio Maria Bardelli per il bel periodo passato assieme", conclude Ritossa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo Zaffiro in partnership con Mittel

UdineToday è in caricamento