Ci saranno anche Comune e Provincia alla giornata delle professioni

Il vicesindaco Martines e il presidente Fontanini saranno all'Hotel Là di Moret il primo marzo, per l'appuntamento organizzato da Federprofessionisti. L'organizzatore La Pietra:"non siamo un ostacolo allo sviluppo, ma una risorsa"

Giovedì si celebrerà la giornata delle professioni, all'Hotel Là di Moret, dove saranno presenti anche il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini e il vicesindaco Enzo Martines, per  portare un saluto istituzionale.

Cup Federprofessionisti ha convocato nel rinomato albergo i diversi ordini. I lavori inizieranno alle 10.30.

Romeo La Pietra, presidente provionciale di Federprofessionisti, ci ha spiegato come si svolgerà l'appuntamento: «Al collegamento televisivo con l’Auditorium della Conciliazione di Roma, dove sono stati invitati tra gli altri il presidente del Consiglio Mario Monti e i presidenti delle due Camere Gianfranco Fini e Renato Schifani,  si accompagnerà un momento di dibattito locale sui temi della giornata con rappresentanti del mondo istituzionale, politico e accademico del territorio. Siamo onorati della presenza delle due principali istituzioni friulane, Provincia e Comune, un segnale di come la nostra mobilitazione sia vista con attenzione anche dalle amministrazioni pubbliche».

«Quella dell’1 marzo sarà una giornata di proposta, un appuntamento soprattutto di informazione, necessaria a chiarire tanti, troppi luoghi comuni su una realtà che riunisce, tra ordini iscritti e altri comparti, oltre 12mila persone in provincia di Udine».

«Le professioni, alcune delle quali, causa crisi, operano in condizioni di mercato particolarmente difficili senza poter contare, a differenza di altri, su alcun sostegno pubblico, intendono contribuire fattivamente al processo di modernizzazione del paese e sono dunque pronte a dire sì a una riforma virtuosa che le riguardi, che è evidentemente altra cosa da una deregulation selvaggia. Lo scopo che vogliamo perseguire con la mobilitazione di giovedì è quello di affermare che i professionisti non possono essere considerati un ostacolo allo sviluppo, ma anzi costituiscono la componente della forza lavoro più avanzata e innovativa, con una capacità di proposizione e progettualità che può essere decisiva in una fase economica come quella attuale. Siamo dunque pronti a offrire la nostra proposta al rilancio e allo sviluppo del Paese, sempre che Governo e Parlamento pongano un punto fermo a riforme e innovazioni legislative che hanno reso instabile il quadro delle norme all’interno del quale quotidianamente operiamo».

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Parco avventura di Lignano Sabbiadoro: le attività per tutti

I più letti della settimana

  • Lignano, spruzzano spray al peperoncino al concerto

  • Scomparso da giorni un 38enne di Paularo, l'appello disperato della moglie

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Allerta meteo, possibili temporali già da stasera: le previsioni

Torna su
UdineToday è in caricamento