Tra le novità 2017 del Rimini Wellness anche la friulana Canali System

L'azienda di Reana del Rojale propone l'allenamento auxotonico e quello posturale

Risultati visibili, attività fisica più confortevole, performance più efficaci e nessuna sollecitazione articolare.  Potremmo riassumere così i vantaggi nell’utilizzare le macchine Canali System al loro esordio sul mercato nazionale ed internazionale al Rimini Wellness dal 1 al 4 giugno. Nate dal genio del professor Vincenzo Canali, rese uniche dal designer Massimo Farinatti, realizzate grazie al know how Nord Group*, le macchine Canali System nascono per rivoluzionare il mondo del fitness, sia sul piano estetico che pratico.

Una novità assoluta dotata di un sistema a “rotazione posturale” che permette di mantenere costante il lavoro muscolare con il coinvolgimento indiretto e costante del core addominale ed evitando qualsiasi problema alla colonna vertebrale. Un nuovo concetto di fitness, sviluppato grazie al rivoluzionario approccio scientifico-motorio messo a punto dal professor Vincenzo Canali, che unisce per la prima volta l’allenamento auxotonico e quello posturale, assicurando un rapido, armonioso e personalizzato sviluppo del corpo in completa sicurezza, prevenendo problemi articolari ed evitando traumi da carico iterativo.

Dalla sua esperienza pluriennale a stretto contatto con atleti provenienti da diverse discipline, Vincenzo Canali ha sviluppato un nuovo metodo per un’attività fisica accessibile a tutti grazie al lavoro di Nord Group, realtà friulana attiva nel settore metalmeccanico ed engineering, che ha messo a punto una nuova gamma di macchine brevettate, riunite sotto il brand Canali System. 

Ma in cosa si distingue il metodo auxotonico da quello tradizionale o isotonico? “Sarebbe corretto definire il metodo Canali come una filosofia di approccio completamente nuova – spiegaVincenzo Canali -  non solo un marchio o un insieme di macchine, ma un vero e proprio modo nuovo di fare fitness. Come formatore e allenatore mi occupo di preparazione olimpica a 360° e il Canali System nasce ed è pensato proprio per questo, per rispondere a tutte queste esigenze della preparazione atletica e fisica rendendola funzionale ma anche piacevole. Il metodo Canali, come metodo auxotonico, comprende e supera quello tradizionale isotonico e si avvale di un sistema di lavoro che va dalla base posturale allo sviluppo della forza”. 

Diversamente dagli attrezzi tradizionali, i macchinari Canali System si muovono insieme all’atleta, accompagnando il movimento del corpo, in particolare del bacino, proteggendo le articolazioni e la colonna vertebrale. Così facendo, l’esecuzione degli esercizi oltre che più  sicura, diventa anche divertente.

Le macchine Canali System sono dotate anche di un sistema che non ha eguali in nessun altro attrezzo al mondo: la differenziazione del carico che consente diverse sollecitazioni per i due arti (superiori o inferiori). 

Oltre ai dettagli tecnici la gamma Canali System si differenzia anche per design e facilità d’uso: tecnica, design, funzionalità, ergonomia sono stati interpretati dall’architetto milanese Massimo Farinatti. 

Un’attività fisica adatta a tutti: a beneficiare dei vantaggi del metodo Canali infatti possono essere semplici amatori o atleti olimpionici, persone in riabilitazione e sportivi in ri-atletizzazione ma anche principianti che amano tenersi in forma. Questi macchinari rendono il potenziamento muscolare sicuro anche per chi entra per la prima volta in una sala attrezzi e non ha un personal trainer accanto, o per coloro che hanno bisogno di stimolare la contrazione muscolare, contrastare l’invecchiamento e la perdita di tono muscolare. Infine, sono di aiuto a chi ha bisogno di fare una riabilitazione mirata in seguito ad infortuni ricorrenti o multipli ad un muscolo o ad un’articolazione. Grazie al metodo Canali chiunque può migliorare la propria forma fisica, in tempi più ridotti, con tanta soddisfazione e divertendosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento