menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renzo Mazzer, Flavia Leonarduzzi, Primo Perosa, Sandra Ius

Renzo Mazzer, Flavia Leonarduzzi, Primo Perosa, Sandra Ius

Friuladria Crédit Agricole ancora tesoriere del Comune di Pordenone

La banca ha sviluppato un nuovo servizio per accompagnare gli enti sulla piattaforma “Nodo” che mette in rete la pubblica amministrazione e i fornitori di servizi di pagamento

Sarà ancora FriulAdria Crédit Agricole a gestire il servizio di tesoreria e cassa del Comune di Pordenone. La banca si è aggiudicata il servizio per la prima volta nel 2006 e ora sarà tesoriere del Comune fino al 31 dicembre 2020. La convenzione è stata firmata oggi in municipio dalla responsabile dell’Area Pianificazione Commerciale di FriulAdria Sandra Ius e dalla dirigente comunale Flavia Leonarduzzi, alla presenza del segretario generale del Comune Primo Perosa.

FriulAdria Crédit Agricole si è aggiudicata la tesoreria anche per effetto dei forti contenuti di innovazione del servizio proposto. Tra le altre cose, l’offerta risponde in maniera completa alle esigenze di adeguamento normativo e tecnico al Nodo dei Pagamenti (Sistema Pubblico di Connettività), la nuova piattaforma tecnologica che assicura l’interoperabilità tra pubbliche amministrazioni e fornitori di servizi di pagamento. Tra le novità più significative, la possibilità di effettuare i pagamenti in tutte le banche aderenti al circuito anche attraverso carta di credito e home banking grazie alla creazione dell’Identificativo Unico di Versamento, un codice identificativo dell’utente generato dal sistema.

“L’esito delle gara  per il servizio di  Tesoreria - commenta il vicesindaco e assessore al Bilancio Renzo Mazzer – ha confermato il buon rapporto  che l’Amministrazione Comunale da sempre ha con FriulAdria Crédit Agricole. Siamo soddisfatti della nuova convenzione per l’eliminazione delle spese di bonifico nei pagamenti, a favore quindi degli utenti e delle imprese, e per  la riduzione dei tempi degli accreditamenti, che consentono di migliorare i tempi complessivi del Comune di Pordenone per le imprese”.

“Dal primo gennaio 2016 le pubbliche amministrazioni sono tenute ad accettare qualsiasi pagamento in formato elettronico da parte di imprese e cittadini attraverso il nuovo sistema e hanno tempo fino al 31 dicembre di quest’anno per aderire e completare tutte le attività tecniche di interconnessione – spiega Sandra Ius di FriulAdria – Le linee guida dell’Agenzia per l’Italia Digitale prevedono che le amministrazioni possano aderire al Nodo dei Pagamenti in autonomia oppure con l’ausilio di un intermediario. Le banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole hanno già provveduto ad accreditarsi per svolgere questo ruolo e oggi FriulAdria può proporsi come partner per assistere le amministrazioni in questo salto di qualità nei servizi al cittadino. A tale scopo abbiamo sviluppato il nuovo servizio denominato PagamentiPA che consente agli enti l’adesione al Nodo oltre all’attivazione e gestione dei servizi di incasso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento