Hypo Bank, oggi l'epilogo definitivo della "prima banca austriaca in Italia"

Nella sede di Tavagnacco la firma degli ultimi accordi. I sindacati: «C'è stata una mancata volontà di salvare questa banca da parte delle istituzioni italiane»

«Oggi - rendono pubblico con una nota stampa i sindacati di categoria - negli uffici della direzione generale di Tavagnacco, gli ultimi dipendenti che hanno aderito all'accordo sindacale sul licenziamento collettivo di 104 lavoratori di Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. firmeranno i verbali di conciliazione che permetteranno loro di usufruire delle tutele faticosamente ottenute con la trattativa conclusasi lo scorso 25 novembre».

L'ULTIMA "OFFESA". La direzione generale della banca ha già chiuso dal 27 dicembre tutte le 19 filiali, intimando ai propri dipendenti di non recarsi più al lavoro. La lettera di licenziamento consegnata ai lavoratori indica come ultimo giorno di lavoro il 30 dicembre. Anche l'atto finale della "prima banca austriaca in Italia" è avvenuto - fanno sapere le organizzazioni sindacali - «con modalità irrispettose della dignità dei lavoratori, che per anni hanno creduto e dato oltre il dovuto per lo sviluppo di questa banca: una disposizione interna della direzione generale - generalmente indirizzata a tutti e diramata giovedì sera - ha decretato in venerdì 23 dicembre l'ultimo giorno di lavoro dei colleghi e di apertura delle filiali».

NULLA PER HYPO. «Con rammarico - si chiude la nota - i lavoratori di Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. prendono atto della fine del proprio lavoro e della mancata volontà di salvare questa banca da parte delle istituzioni italiane (4 banche furono salvate nel 2015, MPS viene nazionalizzata, ma per i lavoratori di Hypo nulla si è concretizzato)».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento