rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

Faedis scelta per l'assemblea dei soci Coop Casarsa di Udine

Ultimo passaggio del presidente Praturlon, che saluta dopo 9 anni: "Lascio una cooperativa solida"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Ricorrono 7 anni dalla sinergia tra Coop Faedis e Coop Casarsa, che il 17 agosto 2015 permise di mantenere aperto il punto vendita in centro al capoluogo dopo l'uscita di scena di Coop Carniche. All'epoca al taglio del nastro insieme al presidente della cooperativa di Faedis Armando Armellini c'era il presidente di Coop Casarsa Mauro Praturlon, che martedì 24 maggio saluterà per l'ultima volta, durante l'assemblea annuale, i soci del borgo pedemontano visto che è in scadenza. Non più rieleggibile, Praturlon lascia dopo 9 anni una realtà solida, attenta a territori e comunità, cresciuta di dimensioni tanto da essere la maggiore cooperativa di consumo tra quelle con centro direzionale in Friuli Venezia Giulia. Il tutto facendo fronte alla sfide poste dalla pandemia e della concorrenza, sempre tenendo fede alle radici mutualistiche. L'ASSEMBLEA Anche quest'anno Coop Casarsa ha scelto Faedis come sede dell'assemblea soci di tutta la provincia di Udine (gli altri punti vendita sono a Goricizza, Porpetto, Ruda): appuntamento come detto martedì 24 maggio nella sala consiliare alle 19.30 (invece il 26 toccherà a Francenigo per quelli della provincia di Treviso e il 29 maggio Casarsa per quelli della provincia di Pordenone). Praturlon porterà all'ordine del giorno - insieme al resto del consiglio di amministrazione in scadenza - i dati del 2021, che hanno visto la compagine sociale superare per la prima volta i 17 mila soci mentre il fatturato si consolida su oltre 29 milioni di euro. Proprio a Faedis è legato uno dei ricordi più importanti della sua presidenza. "A Faedis nel 2015 - racconta Praturlon - c'erano una comunità che, a causa della conclusione della precedente gestione, rischiava di rimanere senza un punto vendita per la spesa di prossimità. Grazie al nostro impegno questo servizio è stato salvaguardato, come anche i livelli occupazionali. È stato uno dei traguardi più importanti di questi anni, insieme a quello della gestione della pandemia scoppiata nella primavera 2020. Proprio in quei frangenti drammatici, in cui l'impossibilità per le persone di uscire dal proprio Comune ha fatto riscoprire l'importanza dei negozi di vicinato, grazie all'impegno di tutta la nostra struttura a partire dai nostri dipendenti, siamo riusciti a garantire il servizio dei beni di prima necessità alla popolazione, destinando anche dei buoni spesa con oltre 30 mila euro di fondi della cooperativa per le persone più bisognose, anche a Faedis". IL MANDATO "Per me - conclude il presidente - è stato un grande onore poter servire i nostri soci lungo i miei tre mandati triennali, in cui ho puntato a far crescere e consolidare la cooperativa in un'ottica di sostenibilità economica e di mantenimento degli impegni mutualistici. Non abbiamo mai fatto il classico passo più lungo della gamba, diventando un punto di riferimento per tanti consumatori. E questo risultato, ottenuto in collaborazione con il vicepresidente Cesare Giavi e il consiglio di amministrazione, i direttori Stefano Cesarin e Piergiorgio Franzon e tutti i dipendenti, è quello che più mi soddisfa. Come ho ricordato in occasione del centenario dalla costituzione nel 2019, passaggio fondamentale della storia della cooperativa che ho potuto vivere come presidente, le nostre radici sono solide nel territorio e ogni giorno portiamo qualità a convenienza a soci e consumatori nella loro spesa quotidiana, sostenendo al contempo con donazioni e sponsorizzazioni associazioni, scuole e i più bisognosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faedis scelta per l'assemblea dei soci Coop Casarsa di Udine

UdineToday è in caricamento