menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il digitale incontra la manifattura: è la nuova sfida di Ditedi

Il Distretto di Tavagnacco si propone come interlocutore privilegiato per le aziende interessate a puntare sulla nuova tecnologia per crescere e svilupparsi

Il Distretto delle Tecnologie Digitali cambia rotta. Dopo aver favorito, per anni, l’incontro tra le imprese del digitale, ora si apre all’esterno, proponendosi come interlocutore privilegiato per quelle aziende manifatturiere che vogliono puntare sul digitale per crescere e svilupparsi. Ad anticiparlo è il presidente di Ditedi, Mario Pezzetta, che annuncia anche la pubblicazione di un bando per la selezione di un project manager del Distretto.

"Entro fine gennaio contiamo di individuare il nuovo project manager, che avrà il compito di lavorare alla promozione di reti di impresa in cui partner privilegiati saranno le imprese della manifattura desiderose di cooperare con le aziende del digitale - svela Pezzetta -".

Pezzetta annuncia di essersi confrontato con il presidente di Confindustria Udine Matteo Tonon "che ha assicurato il suo impegno perché questa prospettiva di consolidamento della produzione manifatturiera in regione possa realizzarsi".

Come potrà avvenire, nel concreto, questa collaborazione con il mondo manifatturiero? "Compito del Ditedi - dichiara Pezzetta - sarà quello di favorire e consolidare nuove relazioni tra le aziende del digitale e della manifattura, chiamate a rigenerare prodotti e processi. Alcune buone prassi potranno avere inizio nel nostro Knowledge center, altre  direttamente sul territorio".

Il rapporto tra società e digitale in Fvg è cambiato negli ultimi anni, con una maggiore sensibilità sul tema "però la velocità di risposta da parte di pubblico e privato è spesso troppo lenta - conclude il presidente - . Servono una vera rivoluzione culturale, e investimenti adeguati, per metterci al passo delle grandi economie mondiali. In questo le aziende del Ditedi possono dare una grande mano, in qualche caso nel ruolo di start up, sia alle aziende che operano nella manifattura sia a quelle dei servizi. E  possono anche dare un contributo strategico alla sburocratizzazione della pubblica amministrazione. Questa è la sfida per il futuro che dobbiamo cogliere". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento