menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'emergenza Coronavirus fa aumentare la cassa integrazione del 4000 per cento

Sono state più di 5.574.581 le ore autorizzate di cassa integrazione; le domande sono state 12.533, di cui accolte 12.183, con il coinvolgimento di 30.819 fruitori

In Friuli Venezia Giulia l'incremento delle richieste di prestazioni relative agli ammortizzatori sociali nel 2020 è stato superiore del 4000 per cento rispetto al 2019. Lo rileva un report della Direzione regionale dell'Inps, che sottolinea l'impatto dell'emergenza Covid sugli abitanti della regione e sul tessuto produttivo.

Secondo i dati dell'Istituto, per la cassa integrazione in deroga regionale sono state più di 5.574.581 le ore autorizzate; le domande sono state 12.533, di cui accolte 12.183, con il coinvolgimento di 30.819 fruitori. Per la cassa integrazione in deroga Inps, le istanze sono state 13.106, di cui accolte 12.420, per un totale di 3.122.575 ore autorizzate. A queste si aggiungono le 1.190.233 ore di cassa integrazione autorizzate per aziende plurilocalizzate di cui sono state autorizzate 674 domande su 772 pervenute.

Le domande presentate di Cig ordinaria sono state 19.647, di cui 19.200 accolte a favore di 335.097 beneficiari; di questi 251.193 sono uomini e 83.904 donne. In totale le domande gestite nel corso dell'anno per tutte le tipologie di integrazione salariale sono state 57.783. Per quanto riguarda gli SR41, negli 8 mesi di emergenza Covid, i modelli pervenuti sono stati pari a 62.780 di cui circa il 30% è stato corretto d'ufficio dall'Inps e lo 0,9 %, annullato. Sono stati invece 72.332 i bonus 600 euro erogati in regione, pari all'1,78% del totale nazionale, e 30.177 i congedi Covid.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Allerta meteo: è rischio valanghe su Alpi e Prealpi

  • Cronaca

    Risse a Cervignano e Pavia, ferita una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento