Cresce la latteria di Ovaro con l'ampliamento dello stabilimento

Lo stabilimento di Luincis è pronto ad allargarsi grazie ad una ala da 1.200 metri quadrati

Cresce ancora la Latteria di Ovaro. Il caseificio carnico che sorge nella frazione di Luincis e distribuisce i prodotti con il marchio Artelatte facente parte del Gruppo Pezzetta di Fagagna, si prepara ad ampliare in maniera significativa il suo stabilimento. A breve, infatti, partiranno i lavori per la costruzione di una nuova ala da circa 1.200 metri quadrati, che porteranno il totale della sede a oltre 2.000 metri quadrati.

I lavori


Gli interventi consentiranno di ricavare locali più ampi di quelli attuali per la lavorazione del latte, ma anche di creare maggiori spazi per accrescere la fruibilità dei reparti. Non solo: la nuova ala ospiterà al primo piano anche un attrezzato magazzino per la conservazione e gestione di imballi e attrezzature non in uso. All'interno dell'ala che sarà costruita è in programma anche l'utilizzo di nuove opportunità tecnologiche, in grado di creare un ponte ideale tra una latteria "altri tempi" e le tecniche più moderne. «Oltre a tutto questo - commenta David Urban, gestore della Latteria di Ovaro - desideriamo creare un punto vendita più strutturato, che mediante un soppalco consenta anche ai visitatori di poter osservare alcune fasi della lavorazione dei prodotti. Riteniamo possa essere un modo originale di far vedere a chi ci sceglie come nascono i formaggi». I lavori per l'ampliamento prenderanno il via in tempi brevi e si dovrebbero concludere entro fine 2019. A Luincis, la tradizionale lavorazione artigianale si fonde perfettamente con gli impianti di nuovissima generazione che garantiscono elevatissimi standard di igiene e qualità, senza però nulla togliere alle sensazioni organolettiche di un formaggio prodotto "come una volta".

I prodotti

Le referenze a catalogo della Latteria di Ovaro sono una trentina, con il fiore all'occhiello rappresentato dal noto Montasio DOP, proposto sia nella versione classica, sia PDM (Prodotto della Montagna) e nelle varie stagionature. Numerosi sono i premi vinti con questo prodotto: dalla prestigiosa medaglia Super Gold al World Cheese Award del 2017 quale miglior formaggio di mucca stagionato, ai più recenti riconoscimenti come miglior Montasio al Trofeo San Lucio 2018 organizzato dall'AssoCasearia di Pandino; e ancora, il premio quale miglior Montasio fresco alla 33^ Mostra concorso del Formaggio Montasio di Corno di Rosazzo. Fra gli altri prodotti che nascono in Carnia, anche lo yogurt compatto, prodotto in chiave moderna ma dal gusto di altri tempi, e i derivati dal latte di capra. Il catalogo rispecchia la filosofia di questa azienda, una vera fucina di idee creative e formaggi della tradizione. A Luincis si producono ogni anno 15 mila forme di Montasio e 50 mila di altre tipologie di prodotti caseari. La latteria dell'Alta Carnia, come detto, fa parte del Gruppo Pezzetta, realtà friulana di primo piano nel settore e che può vantare un fatturato di 15 milioni di euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cede un pezzo di autostrada, A4 chiusa tra Porto e Latisana

  • Operaio trovato morto in casa a soli 42 anni

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • Provoca i giocatori dell'Udinese, scatta il parapiglia e poi scappa

  • Scontro in A4, 23enne udinese incastrato nell'abitacolo di un'auto

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

Torna su
UdineToday è in caricamento