Sviluppo industriale di Tolmezzo, gli obiettivi economici del Cosint per il 2015

Investimenti per otto milioni di euro per le attività produttive

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Cosint, il Consorzio di sviluppo industriale di Tolmezzo si fa portavoce degli obiettivi economici per questo 2015, in vista del convegno sul tema: ‘Economia della montagna, una sfida possibile’, che si terrà ad Amaro, sabato 18 aprile, nella sede ex Agemont, e di cui anche il Cosint è patrocinatore.

Il Cosint annuncia investimenti per oltre 8 milioni di euro, per la realizzazione di infrastrutture utili all’insediamento di attività produttive, oltre che per l’ammodernamento di talune altre. Il progetto nasce dall’esigenza di consolidare il tessuto imprenditoriale già presente in area montana, ma anche per il suo sviluppo. E’ stato recentemente pubblicato un avviso per l’assegnazione in locazione sia dei nuovi moduli produttivi che verranno realizzati, oltre che di quelli attualmente a disposizione dell’Ente.

In materia di difesa idraulica, sono in programma interventi per 4 milioni di euro, nei Comuni di Forni di Sotto, Paluzza, Sutrio, Resia ed Amaro.

Nel settore energetico, essendo ormai divenuto il Cosint un produttore di discreto livello, sono state programmate azioni volte a ridurre i costi energetici per le aziende. Rappresenterà per l’Ente un impegno primario l’azione di monitoraggio e pianificazione dello sfruttamento delle energie rinnovabili avviata negli ultimi esercizi.

Recentemente, dopo un periodo di collaudo e di taratura dell’intero impianto, è entrato a regime il Cloud Computing, che, calato nel contesto geografico locale e regionale, permetterà di ottenere una sinergia tecnologica e di sviluppo, in grado di portare un valore concreto sul territorio, mediante la creazione di un sistema (porto digitale) capace di favorire la nascita, lo sviluppo e l’insediamento di nuove realtà produttive, oltre al potenziamento di quelle già esistenti e presenti sul territorio.

Le previsioni per il 2015 sono state improntate nei settori energetici e dell’IT (information tecnology), nella convinzione che - anche per gli anni a venire - questi saranno gli ambiti d’intervento strategici sia in termini economici che di sostegno alle imprese.

‘Puntiamo su questi obiettivi per il nostro prossimo futuro – ha affermato Paolo Cucchiaro, presidente del Cosint – nell’ottica sempre e comunque di sviluppo economico della montagna, la nostra priorità. Innovazione digitale: sarà uno dei baluardi su cui si dovrà lavorare con sempre maggiore forza. Lo sviluppo economico non può più prescindere da quello digitale, soprattutto in area montana’.

Torna su
UdineToday è in caricamento