Conte D’Attimis-Maniago, per il quinto anno consecutivo è premiata per il basso impatto ambientale

L’azienda vitivinicola Conte d’Attimis-Maniago di Buttrio ha ottenuto anche quest’anno la certificazione SQNPI per la vendemmia 2020 e, sempre nel rispetto ambientale, produce due Sauvignon PIWI resistenti alle malattie crittogamiche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

L’azienda vitivinicola Conte d’Attimis-Maniago di Buttrio ha ottenuto anche quest’anno la certificazione SQNPI (Sistema Qualità Nazionale Produzione Integrata), per la vendemmia 2020. Da molto tempo l’azienda opera ispirandosi ai principi di basso impatto ambientale e il suo approccio eco-friendly è stato attestato, per il quinto anno consecutivo, dal sistema SQNPI, istituito dal Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali. I vini Conte d’Attimis-Maniago sono stati fra i primi ad ottenere il marchio in Friuli, già nel 2017, e ancora oggi si distinguono per il “logo con l’ape”, che compare sulle bottiglie a simboleggiare una produzione di qualità, basata sul rispetto di criteri e di norme che riducono al minimo l’uso delle sostanze chimiche, pesticidi e fertilizzanti, secondo i principi di salvaguardia ambientale e di tutela della salute degli operatori e dei consumatori. La certificazione SQNPI, che caratterizza la produzione aziendale, prevede un doppio livello di controllo, prima nella fase agricola in vigneto e successivamente durante quella di trasformazione, da parte di organismi terzi nominati dal Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali che certificano l’applicazione dei disciplinari di produzione integrata regionali. Lo scopo di tale scelta produttiva è quello di garantire una qualità del prodotto significativamente superiore alle norme correnti, nell’ottica di un minor impatto verso l’uomo e l’ambiente. A testimonianza di questo costante impegno nella ricerca di qualità, di rispetto ambientale e tutela della salute, Attimis-Maniago ha intrapreso a partire dalla vendemmia 2019 un nuovo percorso, che vede la realizzazione dei vini da varietà resistenti alle malattie. Primo fra tutti è un vino bianco ottenuto da Sauvignon Rytos, la produzione delle cui uve non ha richiesto l'impiego di anticrittogamici; poi ancora il Sauvignon Nepis, con il quale è stata ampliata ulteriormente la base produttiva aziendale di vino PIWI resistente alle malattie crittogamiche. Conte d’Attimis-Maniago fa parte dell’associazione PIWI Friuli Venezia Giulia, che promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, coltivatori e produttori dei vini PIWI, in modo da consentire la diffusione delle varietà di vite resistenti, seguendo sempre i principi della sostenibilità ambientale.

Torna su
UdineToday è in caricamento