menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fare rete aiuta a battere la crisi: "Quore" chiude il 2013 in positivo

Il Presidente Gussetti “Pensare non solo agli affitti. Auspichiamo che le contribuzioni regionali per la prima casa vengano mantenute”

Si è chiuso positivamente l’anno per il Consorzio Quore, la prima rete d’agenzie immobiliari in Provincia di Udine. Con 142 compravendite rispetto alle 112 del 2012 Quore ha totalizzato un + 20% conquistando poco meno del 10% del mercato immobiliare in provincia, in controtendenza rispetto al trend dell’intero settore. “Affidabilità e discrezione, queste sono le nostre parole d’ordine – dice il Presidente Nicola Gussetti a capo del consorzio che ormai ha quattro anni”. Nove le agenzie immobiliari che hanno deciso di creare rete per contrastare la crisi (6 della città di Udine e 3 della Provincia).

“Ma in futuro – aggiunge Gussetti – siamo disponibili ad aprire le porte anche uscendo dai confini regionali e nazionali”. “Fare intermediazione di questi tempi – specifica il Presidente – implica una svolta rispetto al passato. Parliamo di intermediazione immobiliare 2.0. Non vogliamo essere dei sensali ma dei professionisti che mettiamo a disposizione dei clienti numerosi servizi (visitabili anche sul sito www.quoreimmobiliare.it), dalle verifiche sulle conformità catastali e urbanistiche alla garanzia sulla commerciabilità immobiliare, fino alla consulenza sulle agevolazioni e contribuzioni regionali per l’acquisto della prima casa”.

E proprio il tema delle contribuzioni resta caldo. Il boom degli affitti si è registrato anche nel Consorzio “ma perché la filiera casa possa godere di tutti i benefici auspichiamo – conclude Gussetti - che le contribuzioni regionali per la prima casa vengano mantenute anche in futuro”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento