menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I consigli della Cna ai giovani carrozzieri di Udine

Incontro all'Enaip con gli studenti. Il presidente regionale Paolo Brotto: "Amate il vostro mestiere che è come quello di Michelangelo: la statua è già dentro il blocco di marmo, noi dobbiamo tirare via il superfluo"

Una delegazione della CNA di Udine ha incontrato gli studenti dell'Enaip, nei giorni scorsi, per un costruttivo confronto - introdotto dal presidente di CNA Udine Luca Tropina con la partecipazione del presidente regionale CNA Fvg Paolo Brotto - con i giovani. 

Cosa fare appena usciti dalla scuola, dotati di una salda formazione professionale ma con poca pratica nei rapporti con datori di lavoro e colleghi? E come entrare subito in empatia col capo, affinché dia fiducia al nuovo, giovane arrivato? A questi quesiti ha risposto Brotto, dopo aver raccontato i suoi esordi in officina.

I ragazzi hanno applaudito al mezzo secolo di lavoro di Paolo Brotto, il quale ha ricambiato l'entusiasmo dispensando consigli e qualche dritta: "Il nostro mestiere è come quello di Michelangelo: la statua è già dentro il blocco di marmo, noi dobbiamo tirare via il superfluo. A volte un po' si soffre, se si ha passione per il mestiere, quando si eseguono lavori di basso profilo, ma in periodi di crisi bisogna far tutto. Anzi, si dovrà tornare indietro e recuperare la sensibilità di chi lavora col martello".

Brotto ha evidenziato la necessità di passare il testimone alle nuove generazioni, suggerendo ai giovani di rilevare l'attività di terzi piuttosto che aprirne di nuove (troppo costoso e impegnativo). "E' più appetibile succedere a chi va in pensione. Gli attrezzi in officina bisogna averli a cuore come se fossero nostri, e curare ogni mezzo come se fosse il proprio amato motorino: insomma, dobbiamo voler bene al nostro lavoro". 

Infine, consigli pratici per "conquistare" il datore di lavoro: "presentarsi puntuali, essere educati e rispettosi: questa la base, non sempre scontata. Recepire le indicazioni da chi ha più esperienza di voi, curare il posto di lavoro come se fosse vostro; lavorare nell'ordine e nella pulizia, amare i propro attrezzi".

Per ora quello dell'officina resta un mondo tutto al maschile; le donne, infatti, in questo settore non hanno ancora un ruolo di rilievo se non negli uffici di contabilità. Nella provincia di Udine di donne meccanico ce ne sono al massimo 4, sebbene non vi siano preclusioni (a parte la necessità di una certa fisicità e forza in alcune fasi del lavoro, ma non per la verniciatura, ad esempio, dove la tecnologia dà una grossa mano). 

Nonostante la crisi abbia colpito anche molte officine, quello del carrozziere resta un lavoro ambito; e se l'Enaip prepara maestranze preparate, la CNA si rende disponibile a orientare i nuovi meccanici, creando un raccordo con le aziende e dando informazioni su eventuali contributi, presso la propria sede di Udine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento