Un anziano su 8, in Fvg, vive in condizioni di povertà

Lo dicono i dati Istat riportati stamattina da Magda Gruarin, segretario regionale Uilp, in un congresso che si è tenuto a Villa Manin

La segretaria regionale Uilp (Uil Pensionati), Magda Gruarin ha riportato oggi i dati sulla situazione di povertà degli anziani nella nostra regione:

“Un anziano su otto, in Friuli Venezia Giulia, stando ai dati Istat vive in evidenti condizioni di povertà. Il 22% vive al limite dell’indigenza. Su 511.833 pensioni erogate dall’Inps, l’assegno mensile medio si attesta sugli 897,88 euro in una regione in cui su circa 1.230.000 abitanti (risiedenti in 218 comuni) gli ultrasessantacinquenni rappresentano il 24% della popolazione su una media nazionale del 20,5%”.

Con questi numeri si è aperto il X congresso regionale 'Una comunità solidale in Friuli Venezia Giulia' a Villa Manin di Passariano.
Partendo dal basilare presupposto dell’invecchiamento attivo, il segretario regionale Uilp ha ricordato l’importanza di valorizzare il continuum esistenziale.

“Nei congressi provinciali sono emerse proposte legate, ad esempio, al rilancio del patrimonio edilizio, naturalistico, storico della nostra Regione: c’è chi ha saputo fare e comunicare una ricognizione precisa degli sprechi sui lavori pubblici – ha proseguito -. I pensionati presenti nei comuni, negli ambiti, riescono a intercettare gli sprechi e le spese improduttive. Una formazione più mirata permetterebbe di valutare in modo più approfondito i bilanci e di conseguenza fare pertinenti segnalazioni sugli sprechi. I pensionati saranno in grado, anche nelle piccole realtà, di segnalare dove si annidano le evasioni fiscali".

Per quanto concerne il disagio abitativo, i capi lega conoscono le situazioni dei tanti sfratti esecutivi e nello stesso tempo sono al corrente del patrimonio edilizio non utilizzato. La Uilp regionale è impegnata nella contrattazione sulla recente riforma sanitaria con l’assessore regionale e sul territorio dove viene fatto un monitoraggio costante sui bisogni e sulle risposte delle aziende sanitarie e degli ospedali. E’ iniziata una nuova contrattazione sul tema delle case di riposo. Non sarà un percorso facile perché la bozza di regolamento delinea standard che poco garantiscono la salvaguardia della dignità dell’anziano che dovrà vivere in queste strutture”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Coronavirus, i positivi salgono di più del doppio rispetto a ieri

  • Cenetta tra amici in appartamento, la vicina chiama la Polizia

  • Affetto da Coronavirus, si presenta in farmacia senza mascherina violando la quarantena

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia nel rispetto delle limitazioni

Torna su
UdineToday è in caricamento