menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confidi Friuli: 91 milioni di euro di finanziamenti nel 2012

Della cifra deliberata 49 milioni sono a breve termine e 42 (+48%) a medio. Si contano inoltre 964 pratiche in esame e 195 adesioni di nuovi soci, un netto incremento (+39,3%) rispetto al 2011

Confidi Friuli risponde alla crisi con i numeri. Crescono gli importi deliberati sul medio termine. E non di poco: +48%. E si alza del 22,6% il valore del garantito. «I dati di fine 2012 confermano la nostra operatività a favore delle piccole e medie imprese – commenta il presidente Michele Bortolussi. Alla crisi e alle elevate sofferenze rispondiamo con oltre un quinto in più di garantito nel corso dell’anno. La cooperativa è una presenza fondamentale in una fase di difficoltà nell’accesso al credito».

Nel corso del 2012 gli importi deliberati da Confidi Friuli toccano quota 91,1 milioni euro di cui 49 a breve termine e 42 (+48%) a medio. Si contano inoltre 964 pratiche in esame e 195 adesioni di nuovi soci, un netto incremento (+39,3%) sul 2011. «E’ un dato particolarmente positivo – osserva il presidente Bortolussi –, che conferma Confidi Friuli punto di riferimento chiave per le imprese del territorio».

A determinare questi numeri non c’è solo l’operatività della cooperativa di via Carducci, ma anche una situazione economica particolarmente pesante che spinge le aziende a chiedere liquidità. «La crisi non risolta “morde” le piccole e micro imprese, che non riescono a superare gli ostacoli nell’accesso al credito – spiega il presidente Bortolussi –. Quello che siamo stati pronti a dare in piena crisi è una risposta concreta ed efficace a tale situazione, nonostante i supporti finanziaria pubblici si siano ridotti».

Non manca tra i dati 2012 quello della quota di garanzia salita a 42,6 milioni (+22,6%), a conferma di «un quadro che rimane evidentemente complicato». Le insolvenze? «E’ un fenomeno che monitoriamo costantemente e teniamo sotto controllo, ma che si sta intensificando e produrrà i suoi effetti negativi, è ormai certo, anche nel 2013».

Confidi Friuli, ricorda infine il presidente, «è in grado di affiancare e sostenere le imprese associate in modo autentico, in ossequio al principio mutualistico, nel dialogo con il sistema creditizio. Nel Confidi infatti, il socio trova un partner qualificato e disponibile ad accompagnarlo nella ricerca del giusto finanziamento». In questa prospettiva Confidi Friuli «ha stipulato convenzioni tra l’altro con la Camera di commercio per un supporto all’imprenditoria giovanile e con i principali istituti di credito per poter rispondere ai diversi bisogni finanziari aziendali: dal credito d'esercizio al sostegno degli investimenti, dalla ricapitalizzatone alla ristrutturazione del debito, dall'innovazione tecnologica all'internazionalizzazione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento