menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confcommercio: "sull'obbligo di accettare il bancomat poca chiarezza"

I commercianti sono preoccupati per la nuova normativa. "Non ci sono state date indicazioni chiare e per le piccole realtà sarà un costo"

C'è preoccupazione negli ambienti udinesi di Confcommercio Udine per l’obbligo di accettare i pagamenti attraverso carte di debito (bancomat) disposto dal Dl 179/2012 a decorrere dal 1 gennaio 2014. La norma è rivolta a tutti coloro che si occupando della vendita di beni e servizi o prestazioni. "Una preoccupazione - spiega l’associazione - che dipende dalla mancata emanazione delle disposizioni attuative – nulla di sa degli eventuali importi minimi, delle modalità, dei termini, anche in relazione ai soggetti interessati – che, di fatto, impedisce agli operatori economici di verificare quali categorie saranno tenute ad adeguarsi al provvedimento".

Confcommercio nazionale ha intrapreso un'azione nelle sedi ministeriali competenti evidenziando forti preoccupazioni rispetto a ipotesi di coinvolgimento generalizzato in presenza di un costo della moneta elettronica, specie per i piccoli operatori, che continua a permanere elevato. Nell'occasione è stata ribadita la necessità di assicurare un quadro di riferimento certo con tempi di attuazione coerenti con il decreto 179; conseguentemente è stata chiesta una proroga della misura al 1 giugno 2014.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento