menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confagricoltura: nasce il progetto sostenibile Ecocloud

In rete le buone pratiche adottate dagli agricoltori. Cressatti: "Vogliamo far conoscere al consumatore i percorsi green già avviati e che stiamo avviando. Un punto di partenza per una strategia in Fvg"

Si chiama “EcoCloud” il nuovo progetto di Confagricoltura che mette in rete le pratiche sostenibili adottate dalle imprese agricole associate all’organizzazione. «Obiettivo del progetto – sottolinea il presidente regionale, Claudio Cressati - è quello di far conoscere i molteplici percorsi di sostenibilità già avviati dalle imprese agricole associate, favorendone la condivisione attraverso la rete confederale e ponendo le basi per lo sviluppo di nuove iniziative. Costituisce il punto di partenza per una strategia di più ampio respiro di Confagricoltura sulla responsabilità ambientale, sociale ed economica». Declinato su base regionale, in Fvg sono tre le prime aziende aderenti: la Principi di Porcia e Brugnera, di Azzano Decimo; la Bandut, di Giorgio Colutta, di Manzano e la Tenuta Fernanda Cappello, di Sequals.

Nel Cloud agro-verde sono inserite le buone pratiche realizzate dalle aziende agricole negli ambiti: economici,ambientali e sociali. Sono comprese tutte le filiere agricole, con particolare riferimento ai comparti vitivinicolo, olivicolo, ortofrutticolo, cerealicolo, florovivaistico e zootecnico. E sono incluse tutte le esperienze di diversificazione produttiva con forme varie di pluriattività e multifunzionalità (agriturismo, vendita diretta, trasformazione aziendale, chimica verde, produzione di energia rinnovabile).

«Le  nostre aziende – evidenzia Cressati - hanno già avviato un virtuoso percorso di rinnovamento, anche in relazione alle sfide con cui si stanno misurando: aumentare la produzione ma, allo stesso tempo, puntare con determinazione verso la sostenibilità, con particolare riferimento alla tutela dell’ambiente, due impegni non inconciliabili. Le imprese lo stanno dimostrando nei fatti, ottenendo maggiori raccolti su minori superfici, riducendo i quantitativi di acqua, di mezzi chimici e di energia utilizzati. Ma, nello stesso tempo, avendo cura del rapporto con i consumatori sui temi della qualità e della sicurezza dei prodotti agricoli e con gli operatori del settore, mantenendo elevati livelli di occupazione e dedicando molta attenzione alla sicurezza sul lavoro. Senza trascurare le ricadute positive sui territori con le loro iniziative nel campo sociale e culturale. Le imprese agricole – conclude il presidente di Confagricoltura Fvg - stanno costruendo un’agricoltura dinamica, innovativa e competitiva, che sa coniugare produttività e sostenibilità».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento