menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Venanzi

Alessandro Venanzi

Poltrone e cabine di acconciatori ed estetisti in affitto

Il Comune di Udine sperimenta, per la prima volta in regione, l’affitto delle poltrone e delle cabine per saloni di acconciatura e centri estetici: il progetto ha avuto l'ok ministeriale

Il Comune di Udine, in accordo con Confartigianato e Cna, ha deciso di introdurre in via sperimentale la possibilità per parrucchieri e professionisti nella cura della persona di concedere in affitto le proprie postazioni di lavoro

Una proposta che ha ricevuto il via libera anche da ministero e Regione. Al termine di questa fase sperimentale, come comunicano da palazzo D’Aronco, i risultati saranno analizzati e si potrà procedere a un miglioramento o a un aggiornamento dell’intesa.

L’assessore comunale al Commercio, Alessandro Venanzi, ha sottolineato come questa iniziativa punti a dare un aiuto concreto a quelle realtà che per dimensioni e situazione di mercato oggi si trovano in difficoltà: un’idea per fare ripartire l’economia in un momento caratterizzato da limitate risorse economiche e pur non avendo, come ente, molti strumenti per intervenire sul tessuto produttivo della città. 

Secondo Mauro Damiani e Loredana Ponta, rispettivamente presidente della zona di Udine di Confartigianato e responsabile provinciale di categoria per l’associazione artigiani, l'istituto dell'affitto delle postazioni di lavoro, nell’attuale delicata situazione economica, offre l'opportunità  da una parte di ridurre il lavoro abusivo, favorendo la cultura del rispetto delle regole da parte di chi non ha risorse economiche per creare una propria impresa. Dall’altra costituisce un'ottima occasione per promuovere il sistema della “micro rete d'impresa” nei servizi alla persona, favorendo quella sana intraprendenza e leale concorrenza tra operatori delle stesso settore, per tutelare maggiormente i clienti.

Una posizione condivisa anche da Cna, ente da sempre estremamente attento alla tutela dei propri associati e del mondo artigiano, un comparto che sta attraversando un periodo di sofferenze lavorative mai visto prima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento