Collaborazione transfrontaliera: 200 professionisti coinvolti con Inco-net

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Con circa 200 professionisti altamente specializzati registrati nella rete di imprese online del sito www.inco-net.eu e 60 partecipanti al gruppo di lavoro transfrontaliero "Arte&Impresa", si è concluso a metà marzo Inco-Net, un progetto europeo promosso da Friuli Innovazione assieme all'Agenzia per lo Sviluppo della Carinzia di Klagenfurt e la Fondazione la Fornace dell'Innovazione di Asolo (TV).

Co-finanziato dal programma Interreg IV Italia-Austria, Inco-Net ha attivato una rete di condivisione di know-how con l'obiettivo di migliorare la competitività globale dell'area di confine tra Italia e Austria proponendo numerose iniziative studiate per mettere in contatto imprese e startup innovative, parchi scientifici, ricercatori e studenti di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia.

In 34 mesi di attività, sono stati oltre 600 i partecipanti ai ben 38 workshop formativi offerti nel quadro del progetto, che ha portato per la prima volta sul territorio friulano dei format internazionali come Rails Girls Udine, l'evento tutto femminile che vuole avvicinare le ragazze al mondo della programmazione web attraverso il linguaggio di programmazione Ruby.

È proprio sui temi dell'imprenditoria femminile, dell'autoimprenditorialità e delle imprese creative che Inco-Net ha focalizzato l'attenzione offrendo diverse occasioni di formazione e confronto. A supporto delle donne che vogliono fare impresa nell'ottica di un ecosistema senza confini, sono state organizzate due tavole rotonde istituzionali, una a Udine e l'altra a Klagenfurt, mentre gli studenti universitari delle due regioni italiane coinvolte nel progetto sono stati impegnati in quattro company visit nelle quali hanno potuto conoscere da vicino alcune tra le maggiori imprese innovative del Veneto e della Carinzia per ampliare le loro conoscenze in ambito imprenditoriale.

Alle imprese creative è stato dedicato "Arte&Impresa", un gruppo di lavoro nel quale imprenditori, artisti, designer, architetti e creativi di ogni campo hanno avuto l'opportunità di entrare in contatto e collaborare per trasformare le proprie idee in nuovi prodotti e servizi spendibili sul mercato. Avviato nel 2012, Inco-Net si chiude aprendo nuove strade per la collaborazione tra Italia, Austria e la vicina Slovenia. Grazie proprio alla rete sviluppata nell'ambito del progetto, lo scorso maggio è stato siglato al Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli il memorandum per la creazione del primo Ecosistema Startup Transnazionale firmato da Friuli Innovazione e da altri partner strategici del Land Carinzia e della Slovenia.

Obiettivo dell'accordo è quello di permettere alle startup dell'area geografica di avvalersi dei servizi degli incubatori di ciascun Paese e sviluppare business plan con una vocazione internazionale, avendo l'occasione di presentarsi a investitori e partner stranieri. Come più volte emerso durante gli incontri di Inco-Net, l'area senza confini tra Italia, Austria e Slovenia costituisce un bacino di risorse e competenze unico e prezioso, capace di diventare, con le giuste sinergie, un centro di attrazione internazionale per l'insediamento di imprese innovative.

Torna su
UdineToday è in caricamento