Card tech è la 7a Pmi innovativa d’Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Card Tech srl è la settima impresa in Italia ad aver perfezionato l'iscrizione al registro speciale delle PMI innovative istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) attraverso la Legge 24 marzo 2015 n. 33 di conversione del Decreto Legge 3/2015 ("Investment Compact") istituendo una nuova sezione parallela a quella dedicata alle startup innovative - dove si certificano le nuove realtà imprenditoriali e gli incubatori d'impresa, ed estendendo alle PMI larga parte delle agevolazioni già assegnate alle startup innovative dal "Decreto Crescita 2.0" di fine 2012.

Per la prima volta i vantaggi fiscali e non solo dedicati all'imprenditorialità che fa dell'innovazione il proprio motore di competitività si estendono anche alle realtà consolidate, ovvero fondate da più di 48 mesi. Il registro, consultabile sul sito https://pminnovative.registroimprese.it, conta per ora solo sette imprese: due dalla Lombardia, una ciascuna da Lazio, Marche e Puglia e due dal Friuli Venezia Giulia.

"Siamo molto contenti che una delle prime PMI innovative d'Italia sia una delle nostre insediate - commenta il presidente di Friuli Innovazione Guido Nassimbeni - è un fatto esemplificativo di quello che realtà come il Parco Scientifico e Tecnologico di Udine possono portare al territorio in termini di valore aggiunto per tutto il sistema economico".

Card Tech, impresa insediata al Parco Scientifico e Tecnologico di Udine, studia e sviluppa dispositivi mobili innovativi che si propongono di rivoluzionare il mondo della sicurezza dei dati tramite l'ausilio di tecnologie di rilevazione biometrica come la scansione dell'impronta digitale. L'azienda è depositaria a livello mondiale di numerosi brevetti per il settore, che è una delle richieste per essere qualificata come PMI innovativa. I vantaggi di questo status sono molteplici, tra cui l'accesso semplificato, gratuito e diretto all'intervento del Fondo Centrale di Garanzia, un fondo governativo che facilita l'accesso al credito attraverso la concessione di una garanzia gratuita dell'80% sui prestiti bancari. Entro luglio - ha dichiarato il MISE durante un incontro informativo svoltosi a Friuli Innovazione - sarà pronto il decreto attuativo per questa misura.

"Dopo anni di investimenti in ricerca e sviluppo oggi siamo pronti ad entrare sui mercati internazionali con i primi progetti pilota - aggiunge Fabrizio Borracci, CEO di Card Tech - e gli strumenti oggi messi a disposizione delle PMI innovative potranno sostenere la nostra crescita aziendale"

Torna su
UdineToday è in caricamento