Credifriuli, l'utile è di 6,1 milioni di euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Per il 2014, l’utile di esercizio di CrediFriuli, è pari a 6,1 mln di euro con un incremento di quasi il 50% rispetto all’esercizio precedente. Il margine di interesse cresce del 3,79% e le commissioni nette del 14,40%. La raccolta globale sale del 9%, oltrepassando il traguardo del miliardo di euro; la raccolta diretta supera i 711 mln di euro e quella indiretta cresce del 30,9%, attestandosi a oltre 347 mln di euro. Un forte impulso ha ottenuto anche il settore della bancassicurazione che ha visto salire del 16% il numero di polizze emesse, portando a oltre 13.000 le polizze contrattualizzate. Un buon risultato è stato conseguito pure in termini di incremento delle stazioni di internet banking (+13% per 9,8 mila stazioni attive). Altrettanto brillanti i risultati ottenuti nel settore della Consulenza Avanzata che ha fatto registrare nuovi volumi per circa 35 mln di euro e 206 nuove posizioni rispetto al 2013.

Contestualmente, gli impieghi sono saliti del 2,6%, raggiungendo un importo pari a 608 mln di euro. Il comparto che ha concorso maggiormente a tale incremento è quello dei mutui il quale, risentendo di una certa ripresa della domanda, cresce di 721 nuovi rapporti per oltre 24 mln di euro (+6,6%).

Questi i dati salienti del bilancio 2014 illustrati dal Consiglio di amministrazione della Bcc alla recente Assemblea dei Soci, tenutasi a Udine, che li ha approvati all’unanimità.

«Un tale tasso di crescita – ha sottolineato il presidente, Luciano Sartoretti – testimonia la forte propensione di CrediFriuli a continuare a erogare credito anche nelle fasi congiunturali avverse svolgendo, in questo modo, la sua autentica funzione di banca attenta alle esigenze delle nostre comunità che ci hanno gratificati con l’aumento del numero dei soci i quali, all’inizio del 2015, hanno superato le 6.200 unità (+5%)».

Inevitabilmente, è aumentata anche la consistenza del credito deteriorato, attestandosi nella misura del 3,4% al netto delle svalutazioni, grazie alle robuste politiche di copertura (il tasso di copertura delle partite deteriorate, al 31 dicembre 2014, era pari al 58,27%) e rimanendo sempre a un livello tra i più virtuosi del sistema bancario italiano.

«CrediFriuli, con un patrimonio netto di 116,5 mln di euro (+12,2%), è una banca a elevata patrimonializzazione segnando un Tier 1 Ratio pari al 17,7% - ha aggiunto il direttore, Gilberto Noacco - frutto della fiducia che ci riservano i soci e i clienti, nonché dell’impegno di tutti i nostri collaboratori, che sono stati coinvolti in diversi progetti di crescita e professionalizzazione. Inoltre, durante tutto l’anno, non si è mai allentato il forte legame della banca con il territorio di riferimento attraverso l’erogazione di 487 mila euro destinati a finanziare 454 interventi a favore di progetti solidaristici, educativi, sportivi e culturali».

Nel corso dell’Assembla, un momento specifico è stato dedicato ai giovani, con la premiazione di alcune decine di soci e figli di soci che si sono contraddistinti per il merito scolastico nel conseguimento del diploma di maturità e della laurea magistrale.

CrediFriuli, con i suoi 165 dipendenti per 36 filiali, è la Bcc più diffusa in Fvg.

Torna su
UdineToday è in caricamento