A Udine nasce il primo cosmetico in 3D interamente funzionale

Un nuovo paradigma nel panorama dell’industria cosmetica. Da un’azienda e tecnologia tutta italiana

Efficace. Sicuro. Ecosostenibile. Sono gli elementi che compongono le caratteristiche del primo cosmetico prodotto e realizzato con la tecnologia 3D. Cinque i brevetti depositati, corrispondenti ad ogni singola fase. Ciascuna rappresenta un’innovazione nel mondo della cosmesi: a partire dalla metodologia fino al tipo di composizione.

1. Composizione da “formare”: la composizione della miscela che viene inserita in una stampante ingegnerizzata allo scopo e che consente di realizzare una struttura 3D - per ottenere un prodotto dalle caratteristiche uniche in quanto la tridimensionalità dello scheletro (scaffold) consente il rilascio controllato nel tempo del principio attivo. In pratica il “cosmetico” è l’ingrediente attivo stesso.

2. Procedimento di “formatura”: indicante tutti i parametri del processo di realizzazione e le specifiche della macchina (stampante). 

3. Prodotto cosmetico: caratteristiche del patch realizzato.

4. Procedimento e apparato per la realizzazione di un prodotto cosmetico: realizzazione del prodotto cosmetico in modo continuo. 

5. Prodotto cosmetico, procedimento per la sua realizzazione e dispositivo di produzione:procedimento per ottenere un prodotto con struttura “3D”.

Il percorso

Bakel Cosmetico 3D si basa sull’utilizzo di un polimero a cui viene dato uno scheletro tridimensionale in grado di poter interagire allo stato solido, attraverso l’umidità della cute, con le strutture della pelle stessa. Il primo prototipo è stato realizzato con la “tridimensionalizzazione” di micro-polimeri funzionali che rilasciano il principio attivo, a contatto con la pelle. In questa prototipia è stato utilizzato l’acido ialuronico: un ingrediente noto, con un’efficacia scientificamente riconosciuta a basso peso molecolare. Questa formulazione minimalista, in cui è l’attivo stesso a costituire il “cosmetico” inteso come prodotto finito.

Sostanzialmente l’acido ialuronico viene “ingabbiato” in una struttura 3D stabile fino a quando non viene rilasciato a causa dell’umidità della pelle. Tale meccanismo ne aumenta la sua biodisponibilità (maggiore assorbimento e maggiore concentrazione nei vari strati della cute), questo perché l’acido ialuronico non è intermediato da una formulazione cosmetica come tradizionalmente intesa (ad esempio disperso dentro un gel), ma è lui stesso in purezza a costituire formulazione e attivo allo stesso tempo.

Efficacia

La struttura di Bakel Cosmetico 3D è composta esclusivamente da ingredienti funzionali. Applicata sulla pelle viene immediatamente assorbita, penetrando attraverso lo strato corneo fino agli strati più interni, apportando istantaneamente (solo pochissimi secondi) la sua efficacia funzionale ai massimi livelli. Attraverso questa strategia formulativa, la concentrazione di acido ialuronico che arriva a contatto con la pelle in purezza, arriva ad essere fino a 100 volte maggiore a quella che si raggiunge con un gel tradizionale, a differenza della eccessiva viscosità legata all’uso dell’acido ialuronico in soluzione che normalmente non permette di utilizzare concentrazioni elevate. Vi è una totale biodisponibilità degli ingredienti funzionali, per unità di superficie della pelle assolutamente innovativa. L’aumento della superficie di contatto tra la sostanza funzionale e la pelle permette di ottenere un incremento in termini di concentrazioni per unità di superficie e, quindi, in termini di efficacia, mai sperimentati prima con l’acido ialuronico. È una rivoluzione nel mondo della cosmesi, nella sua composizione e nelle concentrazioni d’uso della sostanza attiva.

Questo innovativo processo potrà essere utilizzato in futuro per stampare molte altre sostanze funzionali per la pelle e il tutto in un processo che si attua in condizioni di perfetta sterilità e che non necessita dell’aggiunta di eccipienti non funzionali.

Sicurezza

L’efficacia non è l’unico vantaggio che distingue l’innovativo Bakel cosmetico 3D  rispetto allo skincare dettato da formule tradizionali. Il nuovo processo di produzione ideato da Bakel è molto avanzato e viene applicato in un ambiente in condizioni di sterilità, quindi di totale assenza di qualsiasi tipo di contaminazione, così come il suo confezionamento deve essere realizzato nelle medesime condizioni di sterilità. Nessun contatto con elementi estranei: il prodotto potrà essere applicato direttamente sulla superficie di azione, senza deviazioni, dalla confezione monouso alla pelle.

Ecosostenibilità

Questo tipo di prodotto non necessita di un packaging tradizionale, realizzato in plastica, vetro o metallo, ma è stato ideato in modo da essere “self contained” dalla struttura molecolare che ne costituisce al tempo stesso il sostegno e l’involucro. Tale materiale dopo aver rilasciato il prodotto è compostabile e può essere eliminato nell’umido ( secondo la normativa EN 13432, metodo ISO 14855). La massima sostenibilità del prodotto è garantita dallo scarto e dall’eliminazione del packaging secondario. È una nuova frontiera di un prodotto ecosostenibile. 

Raffaella Gregoris

PH_GIANMARCO_CHIAREGATO-2

Sviluppo

La ricerca e gli studi di questa nuova formulazione applicata alla cosmetica sono iniziati nel 2018, ispirandosi alla tecnologia delle stampanti 3D di cui si avvalgono molte “industry”, ma innovativa e rivoluzionaria nella cosmesi e nella produzione del cosmetico finale. “Ci sono voluti oltre due anni di studi, di ricerca e di confronto con il Prof. Stefano Manfredini*. E’ sempre stata un’idea che, comunque, risale a molto tempo prima”  - dichiara Raffaella Gregoris fondatrice del brand Bakel - che sulla ricerca scientifica basa il suo percorso. “Ci siamo chiesti se potesse essere realizzato un cosmetico attraverso la tecnologia in 3D, ovvero potesse essere prodotto un cosmetico “tridimensionale”. Questo risultato è l’inizio di una nuova rivoluzione. Quando si entra nel mondo della ricerca si sa da dove si parte, ma spesso si giunge dove mai si sarebbe immaginato.” Il prodotto Bakel Cosmetico 3D sarà in commercio nel secondo semestre 2021.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Selvaggia Lucarelli contro il meccanico anti migranti di Plaino

  • Incidente mortale sulla strada Ferrata, tra Varmo e Morsano

  • Chiuso un bar per aver violato le norme anti Covid, clienti arrabbiati coi carabinieri

  • Arriva l'esercito a presidiare il confine sui valichi minori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento