Azienda di Pagnacco forma e assume gli ingegneri del futuro

Si tratta della Modulblok, azienda specializzata nei sistemi di stoccaggio e logistica che da anni ospita i laureandi in ingegneria offrendo poi un impiego dopo la laurea. L’iniziativa, sviluppata in collaborazione con l’Università di Udine, promuove la crescita del territorio e delle sue giovani risorse e accresce il vantaggio competitivo

Modulblok, colosso friulano della produzione di sistemi di stoccaggio e logistica, collabora con il Professor Eric Puntel, docente del corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile all’Università di Udine, titolare della cattedra “Plasticity and stability of structures”. Una partnership nata per permettere ai giovani studenti dell’ateneo udinese di applicare concretamente le nozioni apprese sui libri e approfondire, secondo il metodo “learn by doing”, le tematiche legate ai sistemi strutturali nel settore della logistica, oggetto della tesi dei ragazzi. Tirocini e stage aziendali, così delineati, hanno dato l’opportunità a giovani brillanti menti con una solida preparazione accademica, da un lato di imparare e crescere professionalmente e, dall’altro, di assicurarsi un lavoro. Infatti il 100 per cento dei neolaureati, una volta terminata la magistrale, è stato assunto da Modulblok.

I giovani, per Modulblok, sono una risorsa chiave per rispondere alle esigenze di un mercato competitivo, di nicchia e che richiede costantemente figure professionali specializzate. E proprio per questi motivi, Modulblok ha deciso di reclutare nuovi talenti tra i banchi dell’ateneo friulano da inserire nel proprio pool di ingegneri siglando un accordo con il neocostituito “Punto Impresa”: uno sportello aperto l’8 marzo dall’Università di Udine che mira a diventare il punto di contatto preferenziale per le imprese che hanno la necessità di collaborare con l’università udinese su ricerca, didattica e inserimento dei giovani in ambito lavorativo.

Un chiaro vantaggio anche per il Friuli Venezia Giulia, territorio verso il quale da sempre Modulblok sente un forte legame che si concretizza in responsabilità sociale d’impresa. La mission aziendale concilia infatti gli obiettivi prettamente economici con l’adozione di una politica di sostenibilità anche in termini di ricerca e formazione dei giovani che vivono e studiano in regione.

“La qualità della didattica dell’Ateneo di Udine è mirata alla formazione di professionisti preparati, pronti all’ascolto e veloci nell’apprendimento: ciò che le imprese cercano con grande interesse. L’insegnamento del lavoro è, invece, un compito che spetta alle aziende stesse” - ha precisato l’ing. Tito Cudini, Chief Structural Engineer in Modulblok - “Il prof. Eric Puntel, per il quale nutro un profonda stima professionale, ha selezionato per la nostra azienda studenti brillanti che, con la loro preparazione, hanno portato un reale vantaggio competitivo in azienda”.

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

Torna su
UdineToday è in caricamento