rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Economia

Bolletta da 130mila euro per un'azienda della montagna friulana

Più che raddoppiati i costi per l'energia per la Eurolls di Villa Santina. "I nostri listini sono stati adeguati all'aumento dei costi di produzione, il peso di questi aumenti spesso siamo costretti ad assorbirlo" dice il presidente

Da 60mila a 130mila euro. E' questo l'aumento del costo della bolletta elettrica, relativa a una sola mensilità, che dovrà pagare la Eurolls, azienda con tre sedi in Friuli (e poi Lombardia, Messico, Brasile e Cina), riferita alla sola sede operativa carnica di Villa Santina.
Un'azienda che ha investito sulla montagna e particolarmente energivora, che produce rulli in acciaio e carburo di tungsteno, e che occupa 250 persone. "I nostri listini sono stati adeguati all'aumento dei costi di produzione, il peso di questi aumenti spesso siamo costretti ad assorbirlo. Il mercato "tira" ancora e nel 2022 contiamo di crescere parecchio, ma onestamente non so dire quanto a lungo saranno sostenibili questi rincari", spiega il presidente della società Renato Railz. Il tema dei rincari è stato al centro di una tavola rotonda con vari industriali della montagna friulana che mirano a fare squadra, di concerto con alcuni produttori locali di energia e gli enti locali. L'obiettivo è, ovviamente, quello di limitare i costi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletta da 130mila euro per un'azienda della montagna friulana

UdineToday è in caricamento