menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arrigo Bonutto

Arrigo Bonutto

Il gruppo Autostar decolla: 176 milioni di euro di ricavi nel 2015

Il bilancio positivo arriva non solo dalla vendita di automobili ma anche dai servizi finanziari e assicurativi

L’assemblea dei soci di Autostar SpA - Direzione e coordinamento di Vittorio Investimenti Srl - ha approvato il 29 aprile scorso il Bilancio dell’Esercizio 2015 che segna un altro risultato positivo consecutivo per l’azienda friulana attiva nella vendita ed assistenza del comparto automotive. I ricavi si attestano a 176.8 milioni di euro (+ 9,8% rispetto al 2014) con un EBIDTA (margine operativo lordo) pari a 4.935 milioni di euro pari al 2,78% del fatturato e un EBT (risultato lordo) di 2.626 milioni di euro. Positivi e in crescita anche gli indici di redditività con il ROE (redditività complessiva dei mezzi propri) al 14,94% (rispetto all'11,57% del 2014) e il ROI (redditività della gestione caratteristica) al 4,82%.

I numeri. Il fatturato 2015 del Gruppo è il risultato della vendita di veicoli nuovi e usati, che sfiora le 8.000 unità, della gestione di oltre 38.000 passaggi nei service e, in particolare, dei ricavi generati dalla vendita di servizi finanziari ed assicurativi che hanno superato i 4.7 milioni di euro con una crescita del +56,67% rispetto il 2014. Numeri che confermano il Gruppo Autostar ai primissimi posti nella classifica delle concessionarie d’auto in Italia.
Il Direttore Generale - Claudio Airò - ha evidenziato inoltre che il cash flow si è attestato a 3.1 milioni di euro e che la posizione finanziaria netta è scesa a 20.407 milioni di euro (-7,80% rispetto al 2014) con un ulteriore calo dell'incidenza degli oneri finanziari scesi a 0,39%. 
Un risultato d’eccellenza attestato dal nuovo organo di revisione BDO, network internazionale, che collabora con il Gruppo dall’esercizio 2015.

Risultati importanti raggiunti anche grazie allo spirito d’innovazione che da sempre caratterizza l'operato di Autostar SpA che nel 2015 si è concentrata su 3 asset strategici: persone, competenze e tecnologia. 
Per quanto riguarda il primo aspetto, il Gruppo ha lanciato nel corso del 2015 un sistema proprietario di recruitment orientato a intercettare i migliori talenti a livello nazionale e ha consolidato i progetti Star Accademy e Sales Accademy. In crescita anche l'organico che si attesta a 210 dipendenti distribuiti nei 4 distretti di Udine, Trieste, Pordenone e Venezia. 
Per quanto concerne le competenze (know-how), alla crescita delle risorse umane è corrisposto un significativo investimento in formazione d’impresa con oltre 1200 giornate indoor/outdoor.
Il terzo asset strategico è rappresentato dall’innovazione tecnologica sostenuta da uno stanziamento di 950 mila euro. 

Il Presidente - Arrigo Bonutto - sottolinea infine che, alla luce dell’andamento del Q1 (1° Quadrimestre), i risultati attesi per il 2016 sono superiori alle previsioni del piano industriale triennale: fatturato oltre i 200 milioni di euro, cash flow pari a 4 milioni, volumi di vendita a 9.000 veicoli, ricavi oltre i 20 milioni di euro dal comparto aftersales.
L’esercizio 2016 ha inoltre già sancito il potenziamento dell’infrastruttura informatica in cui spicca il nuovo CRM per il perfezionamento del dialogo con la customer-base e i prospects. È di aprile infatti la delibera per lo sviluppo custom della rivoluzionaria piattaforma targata Sales Force, la soluzione in cloud computing più evoluta per connettersi con il mercato in modo completamente innovativo. 
Due nuove aperture ed un nuovo mandato completeranno la novità 2016 del Gruppo Autostar,  riferimento in Triveneto per i marchi Mercedes-Benz - AMG -  Mercedes-Benz  Veicoli Commerciali -  smart, BMW - BMW i - BMW Motorrad e MINI.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento