Autostar cede il marchio Jeep a Prontoauto

Il “colosso” friulano dell’auto (fatturato di 140 milioni di euro nel 2013 +17% su 2012) consegna uno dei suoi 5 brand. Bonutto: “Rinuncia strategica, vogliamo concentrarci sul segmento premium”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Passaggio di consegne tra due delle più note concessionarie auto del Fvg. Il gruppo Autostar, dealer ufficiale di 5 marchi del segmento “premium”, con un fatturato previsto per il 2014 di oltre 160 milioni di euro, cede il brand Jeep a Prontoauto, concessionaria ufficiale dei marchi Fiat, Lancia, Abarth e Fiat professional con sedi a Udine e Cervignano del Friuli. 

L’accordo annunciato in questi giorni dai vertici delle due aziende sarà operativo dal 1 settembre e prevede il trasferimento a Prontoauto del mandato di vendita, assistenza e ricambistica per tutti i modelli Jeep. 

“L’operazione – tiene a precisare il presidente di Autostar Arrigo Bonutto – sancisce una soluzione di assoluta continuità sia a livello occupazionale che direttivo. Autostar cede per motivi strategici: vogliamo concentrarci sugli altri brand del segmento premium, dove stiamo registrando performance premianti riconosciute da tutti i partner che rappresentiamo. E poi ci sono importanti novità in vista che potremo annunciare solo nei prossimi mesi”. Nei progetti a brevissima scadenza c’è anche l’apertura, a settembre, del nuovo head quarter di Udine in via Nazionale, che si svilupperà su oltre 5.500 mq con servizi all’avanguardia per i collaboratori e la clientela. “Un’operazione che chiude un anno davvero speciale, inaugurato con l’acquisizione del ramo auto di Germacar a gennaio e con l’espansione verso il mercato triestino dove abbiamo investito più di 1 milione di euro nella riqualificazione della sede Bmw/Mini”. 

“L’accordo – spiega il presidente di Prontoauto Riccardo Sgobaro - è in linea con il nuovo progetto di sviluppo del Gruppo Fiat che dopo la fusione con Chrysler punta alla riqualificazione a livello premium del prodotto di tutti i marchi del Gruppo e al conseguente adeguamento della rete distributiva e assistenziale”. L’acquisizione di Jeep e del marchio Abarth, rilevato a gennaio, consentirà alla concessionaria di aumentare l’offerta commerciale e di mantenere tutti i dipendenti “oltre ad accogliere nella nostra grande famiglia quelli del ramo d’azienda Jeep di Autostar” precisa Sgobaro. “Con questa operazione – continua inoltre - prevediamo un incremento del fatturato nell’ordine del 3% grazie alle piccole sportive dello scorpione e del 12% con Jeep, stimato sulla base delle prospettive di vendita della nuova Jeep Renegade con cui Fiat prevede di triplicare le quote di mercato. Il lancio è stato annunciato per il 27 settembre, data in cui avremo completato la ristrutturazione della sede di Cervignano (ex Breggion Auto) e l’ampliamento e adeguamento agli standard Jeep dei saloni di Collalto di Tarcento”.

Torna su
UdineToday è in caricamento