menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Richard Oswald, direttore generale di Atrio

Richard Oswald, direttore generale di Atrio

Centro commerciale della Carinzia sostiene i progetti culturali transfrontalieri

Atrio pronto a finanziare, anche quest'anno, le iniziative sviluppate tra Carinzia, Friuli Venezia Giulia e Slovenia, nei campi della cultura dell’arte dello sport e del sociale

Il Fondo futuro senza confini di Atrio, il centro commerciale più grande della Carinzia, con sede a Villach, supporta anche quest’anno progetti che vengono sviluppati tra Carinzia, Friuli Venezia Giulia e Slovenia, nei campi della cultura dell’arte dello sport e del sociale. 

I progetti selezionati saranno finanziati in modo diretto e senza passaggi burocratici con una cifra fino a 20.000 euro. Il contributo verrà elargito nella primavera 2015 e i progetti possono essere inoltrati esclusivamente via web entro il 31 dicembre 2014.

Il requisito fondamentale per partecipare è che il progetto sia transfrontaliero, tra Austria, Italia e Slovenia. Possono concorrere privati, istituzioni, scuole, aziende e associazioni. Ad assegnare il finanziamento sarà un comitato di valutazione composto dal management di Atrio, con il governatore della Carinzia e il sindaco di Villach. 

“In armonia con la nostra filosofia senza confini - commenta il direttore generale di ATRIO Richard Oswald -, avvertiamo anche un dovere sociale nei confronti delle co-munità che vivono nelle tre regioni al cui centro geografico sorge il nostro shopping center. Da questo impegno è nato nel 2007 il Fondo Futuro - prosegue -, che inizialmente è stato finanziato con 100 mila euro e da allora - conclude - promuove a cadenza biennale progetti transfrontalieri fino a 20.000 euro”.

Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione sono reperibili on line al sito www.atrio.at
  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento