menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accettola: "Riformare il legame fra scuola e impresa per ripartire"

Il referente del Movimento Giovani di Confindustria a Roma: "Tra gli imprenditori c'è ancora una filiera negatia: bassa istruzione, pochi investimenti in innovazione, poco export e occupazione in calo"

“È imprescindibile, in questo momento storico, rifondare il legame fra la scuola e l’impresa. Per far ripartire l’Italia dobbiamo restituire vigore alla crescita, avvicinando i giovani al mondo del “fare impresa” già dai primi anni di scuola, come il Movimento Giovani di Confindustria sta facendo con oltre 120 progetti su tutto il territorio nazionale“. È quanto ha dichiarato di Enrico Accettola, del governo del Movimento Giovani di Confindustria, intervenendo questa mattina a Roma alla 137esima Assemblea dei Presidenti delle Camere di Commercio alla presenza del Ministro del Lavoro Enrico Giovannini e del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato.

“Occorre creatività e incoscienza per fare impresa - ha dichiarato Accettola - accompagnandoli con una solida preparazione tecnica. A questi due pilastri dobbiamo affiancarne un terzo, imprescindibile: il sapere che solo l’esperienza diretta in azienda può dare”. Alle suggestioni di Enrico Accettola ha dato riscontro il Ministro del Lavoro Enrico Giovannini: “Formare i giovani imprenditori è una priorità: nelle PMI si è evidenziato un serio problema di capitale umano. Tra gli imprenditori c’è una “filiera negativa” che comprende bassa istruzione, bassi investimenti in innovazione, bassa capacità esportativa, bassa occupazione. Dobbiamo trovare il modo di formare giovani imprenditori in grado di evitare gli errori che le passate generazioni hanno fatto. Uno degli esempi è quello dei mancati investimenti nella formazione dipendenti. Allora ciò che occorre è   soprattutto formare nuovi imprenditori perché non diventino mentalmente vecchi rapidamente”.

Le dichiarazioni del Ministro Giovannini hanno dato lo spunto a Enrico Accettola di ricordare i progetti che il Movimento di Confindustria Giovani ha sostenuto solo nell’ultimo periodo. “Da La tua idea d’Impresa, al Campus Mentis passando per Progetto 30 ore di cultura d’impresa e Management Game solo nel 2012 abbiamo sostenuto 120 progetti che hanno coinvolto 110 mila studenti. Ciò a cui puntiamo è contribuire a smuovere il problema di avere solo il 21% di giovani che si diplomano e il 40% di giovani che a metà del percorso scolastico si accorgono di aver sbagliato strada”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento