Sabato, 23 Ottobre 2021
Cucina

Il miglior panettone d'Italia è fatto da un pasticcere di Tarcento

Alessandro Rizzo vince il premio “Una Mole di Panettoni” nella categoria tradizionale. Terzo posto, tra i panettoni salati, per Simone Bortolus di Codroipo

Si è concluso come da programma il concorso torinese Una Mole di Panettoni, che premia i migliori grandi lievitati provenienti da tutta Italia. La giuria, composta da tecnici, pasticceri e giornalisti e capitanata dal Maestro del Gusto Giovanni dell'Agnese, ha assaggiato e classificato tutti i panettoni in concorso, premiando come miglior panettone  tradizionale di scuola milanese quello de Il Forno Rizzo di Tarcento. La provincia di Udine si distingue anche per il terzo posto nella classifica dei panettoni salati con il Panettone Salato con speck di Sauris, cipolla rossa di Cavasso e della Val Cosa (presidio slow food) e formaggio latteria della latteria di Pradis, prodotto dalla Pasticceria Dolcevita di Codroipo.

I vincitori della nona edizione

Si è conclusa la nona edizione dello storico concorso torinese “Una Mole di Panettoni”, concorso che da anni premia i migliori grandi lievitati provenienti da tutta Italia. Ecco chi sono i vincitori di questa edizione: 

Categoria Panettone tradizionale di scuola piemontese 
(basso con la glassa)

Terzo classificato 
Antica Pasticceria Castino di Pinerolo (TO) – capo pasticcere Davide Muro
Secondo classificato 
Panificio Pan e Dolci di San Martino di Lupari (PD) capo pasticcere Luca Gottardello
Primo classificato
Panificio I frutti del Grano di Collegno (TO) – capo pasticcere Marco Voci

Categoria Panettone tradizionale di scuola milanese 
(senza glassa)

Terzo classificato 
Pasticceria La Ruota di Agropoli (SA) – Capo Pasticcere Rosetta Lembo 
Secondo classificato 
Pasticceria La Delizia di Santa Maria La Carità (NA) - Capo Pasticcere Michele Somma 
Primo classificato 
Il Forno Rizzo di Tarcento (UD) – Capo Pasticcere Alessandro Rizzo 

Categoria Panettone Creativo

Terzo classificato 
Pasticceria Franchini di Soleto (LE) - Capo Pasticciere Alessandro Franchini – Panettone “Cupeta caffè e fichi”
Secondo classificato 
Pasticceria Memmolo di Mirabella Eclano (AV) – Capo Pasticcere Annibale Memmolo – “Pan Nocciolatte” 
Primo classificato 
Pasticceria Mascolo di Visciano (NA) – “Panettone Borbonico” - Capo pasticcere Giuseppe Mascolo

Categoria Panettone Salato 

Terzo classificato 
Pasticceria Dolcevita di Codroipo (UD) – Capo pasticcere Simone Bortolus – Panettone Salato con speck di Sauris, cipolla rossa di Cavasso e della Val Cosa (presidio slow food) e formaggio latteria della latteria di Pradis di sopra

Secondo classificato 
Pasticceria Vanily di Carinaro (CE)  - Capo pasticcere Luigi Conte 
Panettone Salato Papacelle e Baccalà

Primo classificato 
Antica Pasticceria Castino di Pinerolo (TO) - Capo pasticcere Davide Muro – Panettone Salato pesto e pomodori secchi, olive taggiasche e parmigiano 

“Abbiamo assistito a un panel di panettoni strepitosi”, hanno detto Laura Severi e Matilde Sclopis di Salerano, organizzatrici dell'evento, dopo i risultati della giuria capitanata dal pasticcere torinese Giovanni dell'Agnese. "Ringraziamo perciò i pasticceri di tutta Italia che hanno portato a Torino panettoni davvero interessanti”. 

Il concorso 

Nell'ottica di garantire sicurezza e minimizzare ogni possibile occasione di contagio, data la situazione sanitaria dovuta alla pandemia da COVID-19, quest'anno Una Mole di Panettoni ha limitato la sua attività al solo concorso, senza aprire le porte al pubblico come accadeva negli anni passati. Anche quest'anno l'appuntamento si è tenuto all'Hotel Principi di Piemonte di Torino, dove sabato 28 novembre si è riunita una giuria di esperti del settore, per decretare i migliori panettoni dell'anno.  

La storia del premio

Ideato e organizzato dall‘agenzia di eventi Dettagli, "Una Mole di Panettoni" ha celebrato la sua prima edizione nelle sale di Palazzo Cavour nel dicembre 2012 con la partecipazione di 5000 visitatori. La seconda e terza edizione si sono svolte nelle sale storiche del Museo del Risorgimento Italiano a Palazzo Carignano, mentre le edizioni successive si sono svolte nelle sale dell’Hotel Principi di Piemonte con la partecipazione di quaranta artigiani pasticceri provenienti da tutta Italia e di dodici mila visitatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il miglior panettone d'Italia è fatto da un pasticcere di Tarcento

UdineToday è in caricamento