menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genitori e nonno assolti dall'accusa di abusi verso la loro bambina, ma non possono più vederla

La complessa vicenda ha per protagonista una bambina, ora dodicenne, che cinque anni fa fu al centro di una vicenda giudiziaria che la allontanò dalla famiglia di origine

Era stata allontanata da casa e dichiarata adottabile per il sospetto di un abuso sessuale subito tra le mura domestiche da padre, madre e nonno, quando aveva solo 7 anni e un lieve deficit psichico. Dopo 5 anni i familiari sono stati assolti dal Tribunale di Udine dall'accusa di violenza sessuale perché il fatto non sussiste. A questo punto non possono rivedere la piccola però, affidata prima a una casa famiglia e poi, in tempi successivi, a due diverse famiglie, dopo che i genitori erano stati dichiarati inadeguati a occuparsi di lei.

I familiari puntano ora a chiedere la revisione del procedimento civile, con il quale la bambina è stata dichiarata adottabile. Protagonista della vicenda é una bambina della provincia di Udine che oggi ha 12 anni, ed è in affido a una famiglia della zona, secondo quanto disposto nel 2012 dal Tribunale dei minori di Trieste e confermato con sentenza della Corte d'appello giuliana. Contro questa decisione la zia paterna della bambina aveva presentato ricorso poiché non era stata accolta la sua richiesta di affido della piccola che ne avrebbe evitato l'adozione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento