La porta con l'inganno in un edificio dismesso e tenta di abusare sessualmente di lei

Un ventenne senza fissa dimora è stato arrestato ieri pomeriggio nell'ex caserma Piave per il reato di violenza sessuale

Doveva essere una normale attività di controllo del territorio ma si è trasformato in un arresto in flagranza di reato per violenza sessuale. È quanto è successo ieri pomeriggio, intorno alle 16.20, all'interno dell'area dell'ex Caserma "Piave" in via Lumignacco a Udine.

L'accaduto

Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Questore di Udine, un equipaggio della Polizia ha notato una coppia di persone che stava scavalcando la recinzione. Oltrepassata a loro volta la rete, i poliziotti sono riusciti a fermare i due, identificando un 23enne straniero inosservante il divieto di ritorno in città. Mentre gli agenti stavano procedendo all'arresto, hanno però sentito delle grida di donna provenire dall'interno della caserma e, precipitandosi in direzione della voce, hanno trovato un uomo con i pantaloni calati disteso sopra una donna, provvedendo così a interrompere il tentato abuso.

La ricostruzione

Da quanto raccolto dagli agenti i due, prima di entrare nell'area della caserma, si sono incontrati per strada, nei pressi dell'area dismessa. La donna, una 40enne della provincia di Udine, ha affermato che l'uomo l'ha convinta a seguirlo adducendo come scusa che un'amica comune dei due non si fosse presentata all'appuntamento da lei fissato. Una volta all'interno dell'edificio l'uomo ha poi tentato di abusare di lei sessualmente.

Denuncia e arresto

A seguito della ricostruzione dei fatti e della denuncia della donna, il giovane, un ventenne di nazionalità afgana con regolare permesso di soggiorno e senza fissa dimora, è stato tratto in arresto per violenza sessuale e condotto in carcere per la convalida dell'arresto.

Potrebbe interessarti

  • Come far durare la tinta per capelli più a lungo anche d'estate

  • Cucina messicana: dove andare a Udine

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

  • Assorifugi: i rifugi nelle montagne del Friuli

I più letti della settimana

  • Madre e figlia ubriache in auto non riescono a uscire, le aiutano i carabinieri

  • Gianpiero, l'operazione è conclusa e riuscita

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Lite in famiglia in Carnia, aggredisce la moglie con la carta assorbente

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4, morto l'autista di un'autocisterna

  • Violento temporale si abbatte sulla Bassa Friulana, maltempo in arrivo anche a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento