menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenze fisiche e verbali alla moglie anche durante la gravidanza

Il gip de tribunale di Udine ha disposto il divieto di avvicinamento alla moglie per un cittadino colombiano di 26 anni residente in provincia di Udine. Al giovane sono contestati i reati di sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia

Avrebbe sottoposto la moglie a continue violenze fisiche e verbali, anche durante la gravidanza. In un'occasione l'avrebbe persino 'sequestrata', chiudendola in casa senza telefono cellulare per un’ intera notte. La Squadra Mobile di Udine ha notificato a un cittadino colombiano, 26enne residente in provincia di Udine, la misura di divieto di avvicinamento alla moglie, una ragazza friulana di 24 anni, che nel novembre scorso aveva deciso di porre fine ai maltrattamenti e di rivolgersi alla Polizia.

La misura è stata disposta dal gip Carlisi, su richiesta del pm Maria Caterina Pace, che contesta al cittadino colombiano i reati di sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. Secondo il racconto fornito dalla ragazza, le angherie nei suoi confronti sarebbero iniziate nel 2013, all'inizio della convivenza tra i due. Sarebbero poi proseguite anche dopo il matrimonio nella primavera del 2014, dopo la nascita del figlio a settembre e anche nell'autunno dell'anno scorso, quando la giovane - assieme al neonato - aveva cercato rifugio presso i suoi genitori ed era stata minacciata dal marito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento