menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenta moglie e figlie piccole, poi scappa da Udine, trovato dalla Squadra mobile

Un 44 enne cittadino albanese nascosto in Germania stava tornando in treno verso il Friuli

Maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti di una delle figlie minori. Per questa ragione è stato condannato a 10 anni di reclusione dal tribunale di Udine il 13 aprile del 2018. Lo scorso 3 febbraio, al valico ferroviario del Brennero, è stato arrestato dal personale della Squadra mobile di Udine e del Commissariato della Polizia di Stato del luogo, dopo che aveva fatto perdere le sue tracce. Si tratta del 44enne cittadino albanese R.P. La sentenza di condanna dispose anche la perdita della responsabilità genitoriale e il divieto di avvicinamento di luoghi frequentati da minori.

Le indagini

L’investigazione che ha portato alla condanna – iniziata nei primi mesi del 2015 – è stata compiuta dalla sezione specializzata in reati di genere ed in danno di minori della Squadra mobile della Questura di Udine. Nella circostanza, a seguito della segnalazione degli organi scolastici di una delle figlie minori dell’uomo, era emerso un quadro di abusi, violenze fisiche e psicologiche, che l’uomo aveva posto in essere nei confronti di moglie e figlie, in particolare nei confronti di una di queste. Il nucleo familiare venne stato collocato in una struttura protetta. Prima della condanna il soggetto lasciò l’Italia e si trasferì in Germania, in una cittadina nelle vicinanze di Colonia. Il monitoraggio ha permesso di accertare che fosse sul treno, diretto a Udine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento