Vino di Hitler: adesso protestano anche i rabbini californiani

Dal Wiesenthal Center di Los Angeles, centro di tutela dei diritti ebraici con sedi in tutto il mondo, arriva l'invito a boicottare il vino prodotto da un'azienda di Colloredo di Prato, a più riprese finita nell'occhio del ciclone negli ultimi anni

"È troppo è troppo," hanno dichiarato i rabbini Marvin Hier e Abraham Cooper, dirigenti del Simon Wiesenthal Center, un gruppo di tutela dei diritti umani degli ebrei di primo piano.

Il bersaglio della loro protesta è la linea di vini dedicata ad Adolf Hitler, firmata dall'azienda Lunardelli di Colloredo di Prato, già numerose volte oggetto di critiche da più parti.

I religiosi invitano a boicottare il prodotto, sostenendo che "è nauseante che una tale società operi in un paese che per primo ha abbracciato il fascismo e dopo, quando è stata occupata dai tedeschi, ha visto molti dei suoi connazionali giustiziati dai nazisti Terzo Reich".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento