menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Cernazai-Pontoni

Villa Cernazai-Pontoni

La Villa Veneta di Ipplis in stato di abbandono

Versa in stato di abbandono Villa Cernazai-Pontoni che stanotte ha subito un nuovo crollo. Il casale con oltre 100 anni di storia si è aggiudicato il 33° posto nella speciale classifica Expo 2014

Nuovo crollo stanotte per la Villa Cernazai-Pontoni a Ipplis di Premariacco. A causa probabilmente delle avverse condizioni meteo, il casale ha perso anche la porzione sud del tetto risalente a oltre 300 anni fa. Un destino indegno, probabilmente, per un'architettura di pregio che rappresenta un pezzo di storia per il suo Comune.

Scatta da qui la denuncia del comitato “Ipplis da ritrovare”, nato spintaneamente per la tutela del patrimonio artistico del comune

Lo stato di abbandono

La villa, infatti, versa in stato di abbandono già da diverso tempo: la vegetazione cresce ormai senza tregua, la continua caduta di cocci e pezzi dell'abitazione e l'espolsione della faglia nord nel 2015 l'ha gettata ancora di più nella rovina rendendola una vera e propria cattedrale nel deserto.

E pensare che la villa aveva retto in maniera esemplare al sisma del 1976, segno della sua solida struttura, realizzata secondo regole antiche, ma di altissima qualità architettonica. Una costruzione così antica però, nonostante la sua grande solidità necessita di cure almeno di ordinaria manutenzione.

La diatriba

La casa che è disabitata da circa 20 anni, fino a poco tempo fa ospitava invece una centralina telefonica dell'Enel ed è tuttora proprietà del Comune di Cividale.

E' la stessa associazione poi a raccontare il completo disinteresse di comuni ed istituzioni per questo sito che vede una diatriba aperta tra la Famiglia Organi e il Comune di Cividale che prosegue da oltre 20 anni ed ha giò affrontato due volta la Cassazione ed ora tace in attesa di un nuovo giudizio presso la Corte d'Appello di Trieste. Insomma un vero e proprio spreco artistico per un territorio che vive di turismo enogastronomico e vitivinicolo.

L'associazione spontanea 

Il Comitato spontaneo “Ipplis da ritrovare” ha cercato nel tempo di creare delle situazioni favorevoli alla rivalutazione del sito promuovendo fra l’altro anche la Campagna luoghi del Cuore FAI 2014, nella quale la Villa ha ottenuto il Primo Posto nella Regione Friuli Venezia Giulia, il Secondo Posto nazionale nella speciale classifica EXPO2014 e il 33° posto nella classifica nazionale: un successo che ancora oggi rende la povera Villa Cernazai un luogo conosciuto e amato in tutta la Regione e a livello nazionale. La richiesta dell'associazione dunque è quella di un intervento immediato sull'immobile, catalogato come Villa Veneta e sottoposta quindi ai vincoli di tutela artistica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento