Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caso: sparò ad una collega, agente di Polizia premiato? 

La risposta del sindaco al question-time sul tema del vigile trasferito presso il comando della Pc a Palmanova. Honsell: "Scelto per le sue competenze". Secondo il blogger Leonarduzzi si tratta di una vera e propria raccomandazione politica

 

Un agente di Polizia dell'Uti Friuli centrale ha ottenuto lo scorso 7 agosto il nulla osta per il traferimento di un anno presso il comando della Protezione Civile di Palmanova. Nulla di molto strano se non fosse che quell'agente, come riportato dal giornalista Gianfranco Leonarduzzi che per primo ha pubblicato la notizia, sia lo stesso vigile che il 19 luglio 2016 aveva accidentalmente ferito una collega con la sua arma di ordinanza durante un'esercitazione. Il blogger ha inoltre riferito che l'agente in questione probabilmente è legato sentimentalmente all'assessora al Bilancio e all'Efficacia Organizzativa del Comune di Udine (con deleghe alla gestione risorse umane, organizzazione, rapporti sindacali, formazione del personale e pari opportunità) Cinzia Del Torre. In base a questi precedenti e a queste informazioni, Leonarduzzi è convinto si tratti di un "caso di raccomandazione politica vera e propria", anche molto inopportuna vista la carenza di organico che affligge il capoluogo friulano a causa delle assunzioni bloccate da diverse mesi. 

La risposta a queste gravi accuse la si avrà solo questa sera, a palazzo d'Aronco, dove si terrà un consiglio comunale e si darà spazio al question-time sul tema (che vi proponiamo in basso) richiesto e firmato da Enrico Berti, capogruppo del Pdl, e da altri quattro consiglieri di opposizione, Falcone, Pizzocaro, Bortolin e Bosetti. "Riteniamo la cosa di una gravità assoluta - ha affermato il primo firmatario -. Neanche nelle migliori società nepotiste e clientelari si può agire come è stato fatto. Non giudichiamo la parte che compete alla magistratura, ci stupiamo della assoluta tranquillità di come tale atto è stato autorizzato. In questo grave momento per la gestione del comparto della polizia municipale, tale atto non solo crea disagio e frustrazione ma doveva essere portato ad esempio come trasparenza e fermezza. Tutto al contrario - conclude Berti -. Solidarietà al corpo dei vigili".

La Risposta di Honsell in Consiglio Comunale al question-time:

Il sindaco: "Agente scelto dalla Regione per le sue specifiche competenze" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUESTION TIME:

Oggetto:  Trasferimento in posizione di comando  di un Agente di Polizia comunale dall’ UTI Friuli Centrale alla   PROTEZIONE CIVILE della Regione Autonoma Friuli Venenzia Giulia

I sottoscritti  Consiglieri Comunali

PREMESSO che in data 29/6/2017 la Regione FVG  - Direzione Generale – Servizio prganizzazione, valutazione e relazioni sindacali personale regionale con nota n. 13423/P ha formalizzato la richiesta all’UTI Friuli Centrale di attivazione di un periodo di comando per il dott. Matteo Colautti  per le urgenti esigenze occupazionali della Protezione Civile Regionale ai sensi dell’art. 27  L.R. 18/2016;

CONSTATATO che il Comandante del Corpo di Polizia Locale  dott.ssa Fanny Ercolanoni in data 22/7/2017 con propria nota rilasciava il nulla osta al trasferimento e in data 27/7/2017 la stessa UTI Friuli Centrale sempre con propria nota manifestava la disponibilità all’attivazione del comando e in data 7/8/2017 con determina n. 276 il Responsabile  del Servizio  UTI Friuli Centrale dott. Giuseppe Manto disponeva il comando presso la Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per il periodo di 1 anno dal 1/9/2017 al 31/8/2018;

                                            INTERPELLANO  IL  SINDACO  E  LA  GIUNTA

  • Quali sono le urgenti esigenze occupazionali della Protezione Civile Regionali , tali da indurre la Regione FVG a privare l’UTI FRIULI CENTRALE e di conseguenza il Comune di Udine di una risorsa umana in un periodo molto delicato sia per il Corpo di Polizia locale sia per la sicurezza nel territorio cittadino;
  • Perché il Presidente dell’UTI Friuli Centrale nonché Sindaco di Udine ha consentito che cio’ avvenga visto che è perfettamente al corrente che il numero di Agenti di Polizia Locale è insufficiente alle esigenze del Territorio e alla sua sicurezza ; fatto evidente che ha portato ad indire con urgenza il  concorso per l’assunzione di 6 Agenti ( concorso che attualmente è bloccato );  la perdita di un ulteriore Agente  va ad aggravare ulteriormente  la situazione del Corpo di Polizia Locale della stessa UTI di cui il Comune di Udine fa parte;
  • Quali sono state le motivazioni  specifiche che hanno indotto la Regione FVG a chiedere il comando del dott. Colautti e non di altri ( ragioni che certamente Vi saranno state comunicate e/o le avrete sicuramente chieste ) ovvero perché la Regione FVG non ha lasciato al nuovo  Comandante  del Corpo di Polizia Locale la scelta di un proprio componente da comandare ma ha ricevuto la richiesta di quel specifico nominativo provocando anche malumori all’interno dello stesso Corpo di Polizia per il fatto che gli stessi Agenti  non capiscono perche’ sono stati esclusi da questa richiesta diretta

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento