Viale Venezia nel Piano paesaggistico regionale: la richiesta per salvaguardarlo

La proposta arriva dal consigliere comunale M5S Domenico Liano, su spinta del comitato cittadino "Salviamo Viale Venezia"

Viale Venezia

Da quando è stato approvato il progetto per la rotonda in viale Venezia, si sono susseguite le richieste da parte di un gruppo di cittadini per salvaguardare la strada e gli alberi. Una delle richieste è stata accolta dal consigliere comunale Domenico Liano del M5S, ovvero quella di inserire il viale nel Piano paesaggistico regionale. Per il consigliere, infatti, il viale gode di interesse pubblico in quanto la sua esecuzione risale all'epoca di Napoleone.

Il Piano paesaggistico regionale

"Ad aprile 2018, con decreto del Presidente, è stato approvato il Piano Paesaggistico della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che ha riconosciuto direttamente nell'atto stesso solo una piccola parte del nostro cospicuo patrimonio paesaggistico. Con successiva Legge Regionale, l'Amministrazione Fvg è stata autorizzata a concedere ai Comuni contributi per la redazione dello strumento urbanistico di conformazione al Piano Paesaggistico Regionale (PPR) fino all'importo massimo di 40mila euro, per l'inserimento di ulteriori luoghi".

Il Comune di Udine, previo redazione di un preventivo di spesa, ha richiesto, a fine febbraio di quest'anno, un congruo contributo per provvedere all'adeguamento. "A seguito delle richieste del Comitato spontaneo "Salviamo viale Venezia", insieme ad altri membri dell'opposizione, si è ritenuto di richiedere l'inserimento di viale Venezia in sede di conformazione del Piano Regolatore Generale Comunale al Piano Paesaggistico Regionale, all'interno di un oggetto e di un Consiglio comunale dedicato".

IMG-20200703-WA0017-2

Questo, in quanto, come già affermato formalmente dalla Soprintendenza, "V.le Venezia rientra a pieno titolo far la casistica di cui al D.L. 42/2004 "Codice dei beni culturali e del paesaggio": la sua esecuzione risale all'epoca di Napoleone e prima del 1866 era detta "strada d'Italia"), e che il viale, sempre secondo atto della Soprintendenza, è "area dichiarata di notevole interesse pubblico", "meritando, a pieno titolo, al pari di altri luoghi, l'inserimento negli appositi elenchi".

"Auspichiamo e chiediamo, quindi, il voto unanime del Consiglio comunale su questo oggetto, che andrà in trattazione nella prossima seduta, prevista a fine mese", ha concluso Liano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Udinese-Parma 3:2 | Le pagelle: Pereyra il migliore, Nicolas fuori fase

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento