Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Rotonda di viale Venezia, il Comitato: "I lavori non possono riprendere"

"Comune e Agegas – accusano i rappresentanti – violano la legge regionale 15/2007 sull'illuminazione e il quadro normativo europeo"

Il Comitato "Salviamo viale Venezia", che si oppone alla realizzazione della rotonda all'altezza del Lidl e della Casa di cura, non si arrende e rilancia. Dopo la decisione del Consiglio di Stato, che permette la ripresa dei lavori, chi contesta l'intervento ribadisce il suo "no". "I lavori in viale Venezia non possono affatto riprendere", si legge in una nota diffusa ufficialmenter, "visto che risultano pendenti ancora tre procedure di ricorso, pertanto è opportuno che il sindaco Fontanini e i suoi s'informino bene prima di esultare a seguito del respingimento del ricorso di due cittadini che hanno una proprietà immobiliare ai margini della futura rotatoria".

Il Comitato, attraverso la portavoce Irene Giurovich, rileva anche che l'Acegas – nel parere dell'11 ottobre 2019 – chiede espressamente al Comune di sovrailluminare la rotatoria, in violazione della legge regionale del Fvg 15/2007 e in violazione del quadro normativo europeo, come – stando a quanto dicono – riportano i documenti già fatti pervenire alla Procura, che regolamentano l'illuminazione. "Strano poi – osservano dal Comitato – che non venga pronunciata una sola parola da parte del sindaco e dell'assessore Olivotto in merito alle problematiche che questa realizzazione comporterà ai privati cittadini".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotonda di viale Venezia, il Comitato: "I lavori non possono riprendere"

UdineToday è in caricamento