Via Aquileia transennata, ma il cantiere non è ancora partito

Oggi la strada è stata chiusa nell'attesa di avviare i lavori

Tutto pronto in via Aquileia per l'avvio del cantiere che porterà la storica strada al completo rifacimento del porfido. L'intenzione dell'Amministrazione comunale è quella di concludere i lavori - divisi in tre lotti - entro Natale del 2020. 

Le tempistiche

I lavori - secondo quanto già annunciato - saranno divisi in tre lotti, partendo da Nord - all’altezza dell’incrocio tra Via Gorghi e via Piave -. Il primo lotto riguarderà il tratto compreso tra l’incrocio e via Giusti, il secondo tra via Giusti e la Chiesa del Carmine e il terzo tra la Chiesa e la Torre di Porta Aquileia. La durata complessiva dei lavori è stimata intorno ai 130 giorni, in modo da permettere lo svolgimento di Friuli Doc in almeno una parte della via

I lavori

L’intervento prevede la rimozione dell’attuale porfido, il controllo degli allacciamenti fognari con eventuali sostituzioni, la copertura con uno strato cementizio e la posa del nuovo porfido, le cui fughe saranno sigillate con una resina speciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soste e passi carrabili

Tutti i marciapiedi rimarranno accessibili. I passi carrabili invece saranno chiusi, pertanto i residenti dovranno parcheggiare l’auto all’esterno degli edifici. La sosta sarà gratuita attraverso un pass che sarà fornito, su richiesta, dalla Polizia Locale. Il cantiere, con macchine e materiali, sarà posto nel parcheggio di piazzetta del Pozzo, che di conseguenza sarà chiuso al traffico e alla sosta, al fine di rendere i lavori più veloci

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

Torna su
UdineToday è in caricamento