menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al bar e a comprare vino invece di occuparsi degli animali, nei guai due veterinari dell'Azienda sanitaria

Il gip del tribunale di Gorizia ha disposto la temporanea sospensione dal servizio per i due professionisti

Un quotidiano allontanamento dalle attività di servizio a bordo delle Fiat Panda loro assegnate dall’Azienda Sanitaria per recarsi al bar, nelle loro abitazioni, a pranzo dai genitori, al ristorante, in aziende vitivinicole e a fare shopping. È quanto è emerso dalle indagini dei militari del Nucleo di polizia economico–finanziaria della Guardia di Finanza di Gorizia in relazione al comportamento di due dirigenti veterinari in servizio presso il dipartimento di prevenzione dell’ASS/2 Bassa Friulana – Isontina. Gli accertamenti sono stati messi in atto attraverso l’esecuzione di indagini tecniche e pedinamenti, ma anche con l’esame di una copiosa documentazione relativa alle attività di servizio svolte dagli stessi veterinari e l’elaborazione dei dati relativi.

Falsi verbali e falsi straordinari

In numerosi casi, poi, il tempo dedicato alle attività extra lavorative veniva compensato mediante una falsa tempistica degli interventi riportata nei verbali redatti dagli stessi professionisti. È emerso anche che, in alcuni casi, i due dirigenti hanno attestato falsamente di aver svolto attività “programmata fuori orario – retribuita”, nell’ambito del piano di vaccinazione “Blue Tongue 2018”, eseguendola in realtà durante il normale orario di servizio, percependo così indebitamente le relative indennità orarie.

La misura

Ai due il giudice per le indagini preliminari ha applicato la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio o servizio. L'operazione è stata coordinata dai sostituti procuratori Collini e Ancora della Procura della Repubblica di Gorizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento