In vespa dal Fvg alle Canarie, la nuova scommessa di due friulani

Oggi il vespista udinese Denis Ciani è stato ‘benedetto’ a palazzo d’Aronco dal primo cittadino, Pietro Fontanini

L’obbiettivo è piuttosto ambizioso: raggiungere i quattro punti cardinali d’Europa a bordo di una Vespa. Un progetto, che nelle intenzioni di Denis Ciani ed Edi Fadelli, potrà essere portato a termine nell’arco di quattro anni. Il primo viaggio è già stato archiviato, nel 2017, con il raggiungimento di Capo Nord in sella a due Vespa Px. Nel 2018 si punta all’estremo più a Sud e quindi alle isole Canarie. La partenza è già fissata: i due “cavalieri” partiranno alla volta dell’arcipelago spagnolo venerdì e, percorrendo poco meno di 10 mila chilometri in due settimane, faranno rientro in Friuli per i primi giorni di luglio. 

Alla vigilia del primo viaggio l’allora presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, gli portò fortuna. Quindi perché cambiare schema? Denis Ciani, uno dei due ‘cavalieri’ in Vespa è stato accolto oggi dal sindaco di Udine, Pietro Fontanini, per ricevere l’in bocca al lupo alla vigilia della partenza. Se durante il primo incontro Fontanini aveva donato la bandiera del Friuli (che i vespisti conservano ancora e che hanno intenzione di sfoggiare anche nel viaggio verso le Canarie), questa volta ha voluto regalare due gagliardetti del Comune. «Faccio gli auguri ai due vespisti per questa nuova avventura – ha commentato il sindaco di Udine – gli ho portato bene già una volta, speriamo di riuscirci anche la seconda. Li aspetto al ritorno per farmi raccontare tutti i dettagli del viaggio».

I due portacolori dei Vespa Club di Udine e Porcia partiranno alla volta dell’arcipelago spagnolo venerdì 8 giugno e, percorrendo poco meno di 10 mila chilometri in due settimane, faranno rientro in Friuli tra la fine di giugno e l’inizio di luglio.  «Questo viaggio vuole essere una continuazione di quello a Capo Nord – racconta Ciani –. Attraverseremo il sud della Francia, la Spagna, il Marocco e il Portogallo, portando con orgoglio la bandiera del Friuli in tutti i Paesi che visiteremo». Le Vespa utilizzate saranno sempre i Px 200 del 1982 che sono arrivati fino a Capo Nord.

La partenza è fissata per venerdì 8 giugno alle 10.30 da San Vito al Tagliamento, dalla sede della cooperativa Futura (nella zona industriale Ponterosso). Una realtà che seguirà i due vespisti lungo tutto il viaggio, aggiornando il blog dedicato, all’indirizzo cavalierinvespa.wordpress.com.

Le Vespe utilizzate saranno sempre i Px 200 del 1982 che sono arrivati fino a Capo Nord. La partenza è fissata per venerdì 8 alle 10.30 da San Vito al Tagliamento, dalla sede della cooperativa Futura, realtà che seguirà i due vespisti lungo tutto il viaggio, aggiornando il blog dedicato. Un’avventura che godrà dell’appoggio della Repsol, il colosso del petrolio e gas e di molti sponsor friulani, tra i quali la Cantina di Ramuscello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denis Ciani-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 15 luoghi da non perdere in Friuli Venezia Giulia

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Cinque camminate facili a Udine e dintorni, alla ricerca del fresco

  • Friuli circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Coronavirus, aumentano anche in Fvg i positivi e nuovi contagi

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

Torna su
UdineToday è in caricamento