Grande come un campo da calcio: ha preso il mare la gigantesca chiatta "Amt Commander"

Una lunghezza di 128 metri per 32 di larghezza: sono le dimensioni del manufatto "Arcalupa" a bordo della chiatta "Amt Commander" varata a Porto Nogaro

La grande chiatta "Amt Commander" che ha preso il mare nei giorni scorsi

Nei giorni scorsi si sono concluse ulteriori due straordinarie manovre in ambito portuale a Porto Nogaro. In particolare giovedì 24 settembre ha preso il mare, in partenza dall'ambito portuale di Porto Nogaro, un convoglio composto da quattro rimorchiatori portuali e d’altura in assistenza alla chiatta “AMT COMMANDER” con a bordo il manufatto denominato “Arcalupa”, lungo circaccessivo varo nel porto di Monfalcone.

La chiatta gigante

Anche questa volta è stata impiegata la chiatta oceanica semisommergibile “Amt Commander”, grande quasi quanto un campo da calcio. Il rientro del convoglio, da Monfalcone verso Porto Nogaro, è avvenuto poi domenica 27 settembre. Data la straordinarietà delle manovre portuali, si è reso necessario porre in essere la massima attenzione, per cui le operazioni sono state costantemente monitorate dalla sala operativa dell’ Ufficio circondariale marittimo di Porto Nogaro, con l’impiego, in entrambe le occasioni della dipendente Motovedetta CP551, al fine di far rispettare quanto disposto con le ordinanze di polizia marittima appositamente emanate per garantire la sicurezza della navigazione e fare in modo che, in concomitanza del passaggio del convoglio, nessuna unità potesse navigare, sostare o effettuare qualunque altra attività connessa ai pubblici usi del mare in prossimità dello stesso.

2-36-3

Il varo

Durante il varo del manufatto Arcalupa sono stati impiegati a mare e a terra gli uomini ed i mezzi della locale Capitaneria di porto - Guardia Costiera, tra cui il gommone GC B44. A varo avvenuto, il trasferimento dell’ ” Arcalupa” tra i sorgitori, distanti una quindicina di miglia (poco meno di 30 km) fino alla banchina di destinazione dell’impresa Cimolai S.p.A. di San Giorgio di Nogaro, è durato circa 5 ore. Grazie alla professionalità, alla sinergia e alla collaborazione con tutti i professionisti coinvolti, piloti e pratici locali, rimorchiatori portuali, ormeggiatori, tecnici e maestranze, sotto il monitoraggio della Guardia Costiera di Monfalcone e di Porto Nogaro, il tutto è avvenuto in sicurezza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento