menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valanga di Ravascletto, nessuna persona coinvolta

Le ricerche, che hanno coinvolto Soccorso alpino, Vigili del fuoco e Guardia di finanza hanno dato esito negativo

Si è concluso l'intervento che ha impegnato i Vigili del fuoco del comando di Udine assieme al personale del Cnsas – una quarantina di persone – e della Guardia di Finanza per la ricerca di eventuali persone coinvolte dalla slavina che si è abbattuta, nella tarda mattinata di oggi, sulla pista da sci che dal Monte Zoncolan scende a Ravascletto.

I tecnici hanno raggiunto l'ammasso nevoso in parte con la funivia in parte con le pelli di foca e gli sci ai piedi, lavorando prima con sondaggi vista-udito e sondaggi nelle aree primarie, poi con ricerche specifiche e infine con le unità cinofile, quattro in tutto, tutte del Soccorso Alpino. Il fronte della valanga era largo un'ottantina di metri e con un piano di scorrimento di circa trecento: si è staccato circa cinquanta metri sotto l'imbocco del cosiddetto "Gjalinâr", dove non sono state individuate tracce di ingresso. Si è dunque trattato probabilmente di un distacco spontaneo, causato dal peso della neve molto umida.

I soccorritori hanno contattato i proprietari delle vetture parcheggiate nel piazzale a valle della pista e i club sportivi della zona e non sono stati segnalati dispersi. I soccorritori hanno comunque verificato che su tutto il fronte della valanga non vi fossero persone. Ricerche che hanno dato esito negativo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento